Ragazzi guadagnatevi l’estate con la matematica

18 Jul 2014

L’estate è la stagione più indeterminata dell’anno per gli studenti: una quantità incalcolabile di giorni finalmente liberi (se hai dei debiti formativi, molto più calcolabile) ma allo stesso tempo sembra durare quanto il ghiaccio in un cocktail.

Perchè? La definizione scientifica di questo fenomeno è paralisi da non DEVO fare niente. Ovvero: finito il primo mese dedicato al riposo (cercare di battere il proprio record personale di permanenza a letto continuata), allo svago (serie tv, serie tv e serie tv) e alle attività ricreative (uscire tutte le sere come non ci fosse un domani), rimangono ancora due mesi da scegliere come impiegare, ma questo spiazza e i giorni passano senza far nulla. Infatti, dedicare del tempo, che non sia quel che rimane dopo una giornata di “doveri”, alle proprie passioni, organizzarle e magari pure guadagnarci qualche euro è una cosa che non si è abituati a fare durante il periodo scolastico.

Insomma, in realtà, stiamo lì a guardare il ghiaccio che si scioglie. Non tutti però.

Ogni mattina da una settimana, due liceali milanesi si svegliano, fanno una colazione da campioni e cercano di non arrivare in ritardo in ufficio. Tutto ciò, nonostante luglio, la scuola appena finita e la città che si svuota. Eroici è il primo aggettivo che viene in mente. Come seconda cosa ti chiedi se anche il caffè con cui ti sei ustionato stamattina rientra nella categoria ‘colazione da campioni’, poi pensi ma che ci vanno a fare?

Il loro compito è quello di visionare, aggiustare e controllare la chiarezza e il grado di difficoltà degli esercizi legati ai vari argomenti delle videolezioni di Redooc. Un lavoro di tutto rispetto insomma, e anche piuttosto fondamentale per il prodotto, ma non diteglielo che poi si montano la testa :-)

Beh ragazzi, perché la matematica?
FRANCESCO 
“Sono appassionato di tutto ciò che ha a che fare con la matematica e le scienze, che in realtà è un po’ come dire essere curiosi della vita”
ANDREA “La matematica crea dipendenza”

Perché d’estate?
FRANCESCO 
“L’estate è una bella opportunità per mettersi un po’ alla prova, sperimentare cose nuove, che durante il resto dell’anno non hai tempo di fare”
ANDREA  “Mah, ho colto quest’occasione: avevo del tempo da passare a Milano prima delle vacanze vere e proprie”

Perché a Redooc?
FRANCESCO 
“Sveglie all’alba, 9 ore di matematica senza pause, capi terribili… Ah ah non è vero, mi piace molto l’atmosfera qui a Redooc! (le sveglie sono comunque traumatiche)”
ANDREA  “Il primo giorno di lavoro dovevo essere in ufficio alle 10 e alle 10.47 ero (ehm) ancora a letto! Diciamo che ho riscoperto l’importanza del weekend anche d’estate… A parte gli scherzi, ragazzi, Redooc è una figata!”

Grazie ragazzi!

CHIEDI INFORMAZIONI
ansia da debito di matematica? scopri tutte le nostre offerte