Intervista a Carla Milani per il Mese delle STEM

16 Feb 2017

Carla Milani

Un nuovo appuntamento con le interviste per il Mese delle STEM. Oggi intervistiamo Carla Milani. Carla Milani è un esempio di leadership femminile a cui possono ispirarsi tutte le studentesse “che vogliono contare”.

Questa intervista è contenuta nel libro “Le ragazze con il pallino per la matematica“.

Carla Milani si presenta così:

Ho sempre avuto una grande passione per i classici e la letteratura, ma anche per la matematica e le scienze in generale. Mi sono laureata in Fisica nucleare nel 1980. Per i primi quattro anni dopo la laurea, ho svolto attività di ricerca presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare a Pavia e presso il CERN di Ginevra. Sono poi stata chiamata in IBM dove ho contribuito alla creazione della Direzione Sistemi Informativi Università e Ricerca. Ho svolto inizialmente attività tecnico-sistemistica, poi ho avuto il ruolo di project manager presso istituzioni accademiche e di ricerca (Università, JRC, INFN, CNR,..). Sempre in IBM a partire dal 1996 sono passata all’attività commerciale nel Settore Education, con responsabilità su tutto il territorio nazionale. Sono così diventata riferimento per lo sviluppo delle relazioni di IBM con il mondo universitario italiano, sia privato sia pubblico.

Dopo un periodo di studio al’INSEAD di Parigi, ho assunto una responsabilità a livello europeo come Business Development Executive per le soluzioni e-learning, in particolare seguendo la realizzazione di importanti progetti universitari in Italia, Spagna, Turchia.

Dal 2006 ad oggi ho ricoperto l’incarico di University Relations Manager a livello italiano, un ruolo inserito a riporto di IBM Research. L’obiettivo è coltivare relazioni di alto profilo con i principali ‘influencer’ del settore – Rettori, Direttori Generali, Docenti, Ricercatori, per contribuire ad avviare progetti di formazione e di ricerca in aree strategiche (Services Science, Big data analytics, Cognitive computing) con diverse università italiane, aiutandole, ove necessario, ad entrare in una rete di esperienze internazionali. E’ inoltre obiettivo primario quello di stabilire relazioni con gli studenti universitari, anche volte all’individuazione dei migliori talenti di cui l’azienda ha bisogno e in un’ottica di sviluppo del business.

Ho tre figli meravigliosi, la gioia della mia vita.

Intervista a Carla Milani per il Mese delle STEM

• Quale Liceo hai scelto?

Liceo classico Ugo Foscolo di Pavia

• Quale era la tua materia preferita al Liceo?

Greco e Matematica

• Quale Università hai frequentato e perché?

Università di Pavia: ai miei tempi la scelta più normale era fare l’Università più vicina a casa, non era usuale come oggi scegliere un’Università diversa. Si sceglieva la facoltà. Sapevo comunque che l’Università di Pavia era antica e prestigiosa.

• Se potessi tornare indietro nel tempo, chi vorresti conoscere?

Mia nonna Carlotta. Era molto bella e tutti dicono che era una donna eccezionale. Un marito e due figli: il marito morì in guerra ed entrambi i figli morti di tifo. Poi dopo i 40 anni ha sposato mio nonno ed ha avuto altri due figli, tra cui mia mamma. Non l’ho conosciuta, ma tutte le descrizioni parlano di lei come di un esempio di forza e determinazione.

• Chi ti ha ispirato e guidato nella tua carriera?

Marie Curie è stata per me un modello fenomenale nella scelta degli studi e del mio lavoro di ricercatrice, nei primi anni della mia carriera come fisico al CERN di Ginevra. Da piccola ho letto un libro che mi fu regalato da mia zia:

carla milani

Ogni qualche anno lo rileggo ancora. E’ stato un modello anche in seguito, quando ho smesso di occuparmi di fisica e sono andata a lavorare all’IBM. Per la caparbietà, la determinazione, la capacità di essere una donna, una moglie fantastica e una mamma presente e importante…

• Una frase che non sopporti?

“Non è compito mio”. In tutti gli ambienti si cerca di fare lo scaricabarile, di non assumersi le proprie responsabilità, di rimandare a qualcun altro. La conseguenza è che i problemi non si risolvono, vengono rimbalzati…

• Una frase che ripeti spesso?

La prendo a prestito da Roul Follereau: “Non esistono sogni troppo grandi”. Mi incita ad andare avanti, a spostare l’asticella sempre più in alto rispetto a quello che ti sembra sensato, a pensare in grande, a superare i problemi.

• Quanto hanno contribuito le tue conoscenze logico – matematiche nella tua carriera?

Sono state e sono fondamentali, in ogni momento della giornata e della vita. Sono quelle che nella pianificazione di ogni lavoro aiutano a valutare i pro e i contro, in modo ragionato e “economicamente” bilanciato. Penso alla valutazione di un acquisto anche complicato da stimare; oppure alla conduzione di un progetto in ambito informatico. Se hai una mentalità logico-matematica il lavoro è più ordinato e i ragionamenti più precisi. Forse anche il modo di esprimersi è meno farraginoso, più conciso e chiaro.

• Cosa fare per scoraggiare il fenomeno degli stereotipi di genere?

Da donna dico che è importante gestire in modo naturale, senza ostentazioni, la propria attività lavorativa anche in un ambiente prevalentemente maschile. Non scimmiottare comportamenti mascolini perché questo risulta innaturale e falsamente “paritario”. E’ fondamentale educare i bambini e le bambine nelle scuole e nelle famiglie, in modo che domani questa domanda non abbia neanche senso di essere fatta.

• Oggi fra i giovani la paura più grande è non riuscire a realizzarsi. Qual è il tuo consiglio?

Cercare di capire quale è il proprio modello e la propria passione e fare di tutto per raggiungerlo, senza paura di fare sacrifici anche grandi. Sapere fin da oggi che i sacrifici saranno necessari e inevitabili, ma non averne paura.

• Cos’è il successo per te?

Non avere nulla da rimproverarsi alla sera quando vai a letto. Non avere rinunciato a delle occasioni, non avere detto nessuna parola di troppo a nessuno. Avere raggiunto i tuoi obiettivi, piccoli o grandi che siano, senza aver mancato di rispetto a nessuno.

Grazie Carla!

 

Se ti è piaciuta l’intervista a Carla Milani, leggi anche le altre sul nostro blog!

CHIEDI INFORMAZIONI
ansia da esami? scopri tutte le nostre offerte