Monica D’Ascenzo e la matematica

17 Feb 2017

monica d'ascenzo

Oggi intervistiamo Monica D’Ascenzo. Un altro appuntamento con una donna a cui ispirarsi. Monica D’Ascenzo è un esempio di leadership femminile. Oggi Monica ci racconta della sua esperienza e del suo rapporto con le materie STEM.

Questa intervista è contenuta nel libro “Le ragazze con il pallino per la matematica“.

Monica D’Ascenzo si presenta così:

Monica D’Ascenzo è giornalista nella redazione finanza del Sole 24 Ore e responsabile di Alley Oop – L’altra metà del Sole, blog multifirma dedicato alla diversity. Prima di approdare al quotidiano del Gruppo 24 Ora ha lavorato all’agenzia stampa Radiocor e al canale 24OreTV.  Punto di svolta della sua carriera è stata, ancor prima, l’esperienza maturata a BloombergTv nella sede di Londra come volto del programma della mattina, grazie alla quale è stata autrice di programmi per la Rai. Scrittrice eclettica ha pubblicato “Cinque anni si private equity” (Egae), “SMS, solo maschi super” (Airone Editore), “Donne sul’orlo della crisi economica” (Rizzoli), “Fatti più in là” e “Oltre frontiera” (Gruppo 24 Ore) e il libro illustrato per bambini “Palmiro, cosa farai da grande?”. Ha imparato il gioco di squadra sul campo da basket e crede che per andate a canestro e vincere la partita non siano sufficienti le doti individuali.

Intervista a Monica D’Ascenzo per il Mese delle STEM

  • Quale Liceo hai scelto?

Liceo Scientifico

  • Quale era la tua materia preferita al Liceo?

Italiano era la mia materia preferita, ma matematica e fisica erano le più stimolanti,   anche grazie al professor Fregoni che in quinta, ad esempio, lavorò un anno intero per portarci a capire che cos’è l’entropia.

  • Quale Università hai frequentato e perché?

Ho scelto di laurearmi in Lettere, indirizzo filologico letterario, perché da grande volevo fare la giornalista. Con il senno di poi se avessi studiato economia sarebbe stato più semplice diventare giornalista finanziaria, quale sono.

  • Se potessi tornare indietro nel tempo, chi vorresti conoscere?

Mi piacerebbe incontrare Leonardo Da Vinci, per l’eclettismo. Mi affascinano le persone che sanno usare la propria intelligenza in diversi ambiti. Dal punto di vista dell’intelligenza emotiva, mi incuriosirebbe incontrare Albert Einstein per comprenderne i tormenti.

  • Chi ti ha ispirato e guidato nella tua carriera?

In realtà non ho una figura di riferimento. Se dovessi usare una metafora rappresenterei la mia carriera come un videogioco: non ci sono items che vanno bene per tutti i livelli. Bisogna saper scegliere il “potenziamento” adatto per passare al livello successivo. E’ stato così anche nella mia carriera: le figure di riferimento mi hanno accompagnato per un pezzo di strada e poi mi hanno lasciato proseguire per il percorso che ho scelto.

  • Una frase che non sopporti?

Non si può fare

  • Una frase che ripeti spesso?

Se fossi napoletana, sarebbe “Che ce vo’”. Nata a Milano dico, invece, “Si può fare”.

  • Quanto hanno contribuito le tue conoscenze logico – matematiche nella tua carriera?

Molto. Senza le basi del liceo scientifico avrei davvero avuto problemi a passare da Dante al bilancio di una società quotata, senza aver fatto un percorso accademico adeguato.

  • Cosa fare per scoraggiare il fenomeno degli stereotipi di genere?

Iniziare a lavorare su se stessi. Nessuno è immune dagli stereotipi, soprattutto quelli inconsci. Se vogliamo che qualcosa cambi, dobbiamo iniziare a cambiare noi per primi. Solo questo ci permetterà di crescere generazioni meno condizionate.

  • Oggi fra i giovani la paura più grande è non riuscire a realizzarsi. Qual è il tuo consiglio?

Giocatevi la vostra passione. Quando si lavora con passione è tutto più semplice, non solo professionalmente. E non abbiate paura di alzare la mano: non si è mai troppo giovani per avere un’idea geniale.

  • Cos’è il successo per te?

Riuscire a rendere reali le intuizioni, di qualunque natura siano.

 

Grazie Monica!

 

Ti è piaciuta l’intervista di Monica? Leggi anche le altre interviste sul nostro blog!

CHIEDI INFORMAZIONI
ansia da esami? scopri tutte le nostre offerte