Idea Tesina per la Maturità: film sulla matematica

12 gen 2017

film sulla matematica

Film sulla matematica e tesina di Maturità? Sì, perchè le idee per la tesina servono sempre, e oggi ti proponiamo un elenco di film sulla matematica dalla cui trama puoi sviluppare tantissimi collegamenti con altre materie: letteratura, storia, filosofia,…

La matematica offre tanti spunti per argomenti nuovi e interessanti, grazie ai quali puoi fare un’ottima impressione all’esame! Sono tantissimi i film sulla matematica che possono ispirare una tesina innovativa.

Ecco un esauriente elenco di film sulla matematica che possono esserti utili.

Iniziamo con i film sulla matematica made in USA:

Il mio piccolo genio 
di Jodie Foster. USA, 1991.

Il mistero insondabile della genialità infantile è al centro del film d’esordio alla regia di Jodie Foster, che indaga con finezza e sensibilità la solitudine di un piccolo genio matematico.

Genio ribelle
 di Gus Van Sant. USA, 1997.

Genio matematico e tormento, nel rapporto tra un ragazzo sbandato dalla mente prodigiosa (Matt Damon) e uno psicologo atipico, impersonato dallo strepitoso Robin Williams.

A beautiful mind 
di Ron Howard. Usa, 2001.

Capolavoro con un Russel Crowe memorabile interprete del geniale Premio Nobel John Forbes Nash Jr.

Rain man – l’uomo della pioggia
 di Barry Levinson. USA, 1988.

Quattro Oscar, Orso d’oro a Berlino e grande successo d’incassi per questo trascinante road movie, che commuove e diverte accostando uno spregiudicato commerciante d’auto e suo fratello, autistico con genio matematico (Dustin Hoffman).

Manhattan in cifre 
di Amir Naderi. USA, 1993.

Naderi, regista iraniano trapiantato negli USA e tra i più originali autori internazionali, indaga lo spaesamento dell’uomo contemporaneo nel calvario del protagonista, che attraversa Manhattan alla ricerca disperata di soldi, restando intrappolato nel labirinto numerico della metropoli.

Agora 
di Alejandro Amenábar. USA, Spagna, 2009.

Eccezionale ricostruzione della vita di Ipazia, prima scienziata della storia, che ad Alessandria d’Egitto, nel IV secolo d.C., sostiene la libertà del pensiero filosofico e soccombe alla violenza del fanatismo religioso.

Memento
 di Christopher Nolan. USA, 2000.

Il capolavoro visionario di Nolan è un giallo psicologico, un racconto-puzzle che il protagonista, che soffre di amnesia, deve ricostruire per scoprire l’assassino della moglie, superando, come il pubblico, la parzialità della percezione umana della realtà.

Pi Greco – il teorema del delirio
 di Darren Aronofsky. USA, 1998.

L’esordio travolgente di Aronofsky, premiato al Sundance Festival, è un film di fantascienza che punta al trascendente, come le ricerche matematiche dell’eccentrico protagonista, convinto che tutto si spieghi attraverso i numeri, anche l’essenza di Dio.

Proof – la prova 
di John Madden. USA, 2005.

Questa divertente commedia incentrata sui matematici, con Anthony Hopkins genio diventato pazzo, ci rivela il loro lato umano, oltre i luoghi comuni sulla freddezza degli scienziati: come tutti si divertono, litigano, si emozionano, e noi con loro.

Zodiac 
di David Fincher. USA, 2007.

Poliziesco atipico e ossessivo del talentuoso autore di thriller cult, come Seven, ispirato alle azioni del serial killer che terrorizzò San Francisco e tenne in scacco la polizia per anni, sfidandola con  misteriosi messaggi in codice, veri e propri enigmi da decifrare.

0021
 di Robert Luketic. USA, 2008.

Matematica e gioco d’azzardo formano il binomio avvincente al centro di 21, ispirato alla storia vera di un brillante studente del MIT, che sbancò i casinò di Las Vegas.

Number 23 
di Joel Schumacher. USA, 2007.

Torbido dramma incentrato sull’ossessione paranoica dei numeri, che sconvolge la vita di un modesto accalappiacani dopo la lettura di una romanzo dedicato al numero 23.

 

Ecco un elenco di film sulla matematica italiani:

Cartesius
 di Roberto Rossellini. Italia, 1973.

Il grande maestro del cinema racconta alcune figure di spicco nella storia della scienza, come Cartesio, padre del pensiero moderno e matematico geniale.

Morte di un matematico napoletano
 di Mario Martone. Italia, 1992.

Gli ultimi giorni di vita di uno dei nostri matematici più importanti ed eccentrici, Renato Caccioppoli, nella memorabile interpretazione di Carlo Cecchi, spirito errante nei vicoli di una Napoli malata.

Blaise Pascal 
di Roberto Rossellini. Italia, 1972.

Il grande scienziato e filosofo francese secondo il maestro del Neorealismo italiano, che ripercorre la sua breve vita fino al 1662, anno della sua morte, a soli 39 anni.

Flatlandia
 di Michele Emmer, Italia, 1982.

Gioiello dell’animazione italiana che adatta per lo schermo il racconto fantastico di Edwin A. Abbott, traducendo in modo originale il concetto di un mondo a più dimensioni, grazie alla regia del matematico Michele Emmer.

The bank – il nemico pubblico n. 1
 di Robert Connolly. Australia, Italia, 2001.

Uno sguardo spietato e avvincente sul mondo della finanza, con banchieri privi di scrupoli e un genio della matematica, impegnato nello studio della teoria dei frattali, alla ricerca di una formula in grado di prevedere i rovinosi crolli del mercato azionario.

Dopo mezzanotte 
di Davide Ferrario. Italia, 2004.

La Mole Antonelliana di Torino è la magica scenografia, tra amore per il cinema e difficoltà nei sentimenti, con la sequenza dei numeri di Fibonacci a illuminare la speranza del protagonista in un ordine universale.

Il piccolo Archimede
 di Gianni Amelio. Italia, 1979.

Sullo sfondo della campagna toscana, uno dei migliori film televisivi italiani osserva lo scarto tra innocenza e cultura, a cui cede il piccolo protagonista, figlio di contadini, analfabeta con una straordinaria inclinazione alla matematica e alla musica.

L’anno scorso a Marienbad
 di Alain Resnais. Francia, Italia, 1961.

In un sontuoso albergo un uomo cerca di indurre una donna a ricordare la promessa di partire con lui. La realtà è avvolta in una trama onirica e rivela il fallimento incantatorio della memoria umana.

Non ho tempo 
di Ansano Giannarelli. Italia, 1972.

Ritratto di Évariste Galois (1811-32), una delle figure più affascinanti della storia della matematica, che a soli 21 anni, la notte precedente al duello in cui fu ferito mortalmente, scrisse sedici pagine oggi considerate una geniale anticipazione dell’algebra astratta.

Altri film sulla matematica:

CUBE – Il cubo
 di Vincenzo Natali. Canada, 1997.

La matematica come perfezione ma anche minaccia è al centro di un thriller mozzafiato, che unisce fantascienza e geometria: come in un incubo claustrofobico alla Kafka, un gruppo di persone, intrappolato in un misterioso cubo gigantesco, deve scoprire il meccanismo per aprirlo ed evaderne.

Giochi nell’acqua 
di Peter Greenaway. Gran Bretagna, 1988.

Una commedia nera e ironica su tre donne assassine che il maestro del cinema visionario intesse di numeri, come contrappunto ritmico ai misteri dell’agire umano.

Enigma
 di Michael Apted. Gran Bretagna, Germania, 2001.

Avvincente spy story sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale, con i massimi scienziati inglesi impegnati a decrittare il codice cifrato di comunicazione usato dai nazisti. Il protagonista è ispirato a Alan Turing.

Moebius
 di Gustavo R. Mosquera, Argentina, 1996.

Mistero in metropolitana: alla stazione Borges di Buenos Aires un convoglio carico di passeggeri scompare nel nulla. Una perla rara della science fiction latino americana, ricca di suspense e trovate geniali, frutto dell’ideazione di scienziati argentini.

Mai sentito parlare del nastro di Moebius?

Oxford murders – teorema di un delitto
 di Álex de la Iglesia. Spagna, UK, Francia, 2008.

Appassionante giallo ambientato a Oxford, con la classica sequenza di omicidi e illustri matematici impegnati a decifrare i segni lasciati dall’assassino. Tra fiducia nella logica e relativismo cinico, la realtà rivela risvolti imprevedibili e oscuri.

 

Trovi tante altre idee per la tua tesina di maturità in questi articoli.

 

CHIEDI INFORMAZIONI