Una testimonianza di Alternanza Scuola Lavoro presso Redooc.com

19 Oct 2017

alternanza scuola lavoro

‘Di sicuro conoscere Redooc prima, mi avrebbe permesso una media migliore e una minor perdita di tempo.

Ecco la testimonianza di Amir, che ha svolto l’Alternanza Scuola Lavoro presso Redooc a luglio (2017). Grazie per il tuo lavoro e il prezioso supporto che hai prestato alla nostra attività!

Cosa pensano i ragazzi dell’Alternanza Scuola Lavoro

1. Dal 2015 è stata introdotta nel mondo della scuola l’Alternanza Scuola Lavoro, progetto volto a far conoscere il mondo del lavoro ai ragazzi del liceo, tramite un approccio diretto con le aziende. Pensi che questa esperienza innovativa possa essere utile per la tua formazione?

Assolutamente si, in un presente in cui uno dei luoghi comuni più diffuso è “A scuola non ti insegnano a lavorare, è inutile, non ti insegna nulla”, dal mio punto di vista, introdurre il ragazzo al lavoro già da adolescente, è un’ottima risposta alla crescente propagazione di stereotipi sulla scuola: non solo aiuta il ragazzo a fare una ricerca introspettiva su ciò che potrebbe essere il proprio lavoro, ma lo aiuta anche a fare esperienza, per capire cosa può e cosa non può fare sul posto di lavoro.

2. Pensi che conoscere da più vicino il mondo del lavoro possa aiutarti ad orientare le tue aspirazioni future?

Ovviamente si, cambiare il proprio punto di vista da spettatore a partecipe è fondamentale per prendere una decisione, soprattutto se di questo calibro. Giudicare solo dall’esterno e riempirsi di opinioni e di buone speranze, è inutile. È fondamentale assicurarsi della veridicità di opinioni lette sul computer, avvicinandosi al mondo del lavoro, per farsi una vera idea personale.

3. Cosa ti aspetti da un percorso di Alternanza Scuola Lavoro?

Da un percorso di Alternanza Scuola Lavoro, mi aspetto di imparare! Imparare il più possibile, sia nell’ambito della professione, sia in quello sociale-lavorativo. Inoltre, importantissimo, mi aspetto che sia durante il periodo scolastico e non durante le agognate e calde giornate d’estate, che dovrei passare in spiaggia e non a Porta Romana. Maledetti tutor scolastici.

4. Perché hai scelto di perseguire l’alternanza presso la start up Redooc.com?

Per tanti motivi quali: il bene nel mondo, sconfiggere i nazisti, la libertà, eliminare la fame nel mondo e il fatto che il prof abbia collegato il fattore ‘azienda di formazione matematica‘ con ‘studente bravo in matematica‘ .

5. Conoscevi già Redooc.com?

Questa è la cosa che mi ha sorpreso di più: no, non conoscevo questo sito e mi chiedo il perchè! Nonostante io abbia varie volte cercato argomenti matematici, i risultati più evidenti erano Youmath e siti affini, i quali spiegano benissimo… sì, proprio bene… coff coff.Di sicuro conoscere Redooc prima, mi avrebbe permesso una media migliore e una minor perdita di tempo!

6. Cosa hai fatto durante il periodo di alternanza scuola lavoro presso Redooc?

Durante il periodo di alternanza scuola lavoro, oltre a piccoli programmini php, la principale mansione era quella di sviluppare esercizi per le classi medie, non solo in un normale documento, ma anche in file con formato latex, con il relativo linguaggio di markup.

7. Durante l’esperienza di alternanza, ciò che fino ad ora hai studiato a scuola ti è stato utile?

Finalmente riconosco l’utilità delle care lezioni di matematica, passate a guardare fuori dalla finestra.

8. Cosa hai imparato di nuovo?

Durante l’esperienza di alternanza ho imparato: a scrivere in formato latex; le basi della programmazione in php; l’importanza della condivisione di informazioni in un progetto di gruppo; a capire che c’è una gerarchia nella struttura lavorativa e che se non faccio subito ciò che chiede il capo, finirò di nuovo a piangere in bagno e… finalmente ho capito la proprietà invariantiva, che bello!

9. Alla luce della tua esperienza, pensi che questa alternanza scuola lavoro possa esserti stata utile?

Si, mi è stata utile, come ho scritto prima, ho imparato nuove cose, che per la mia età è un importante obiettivo da perseguire, non arrivo al punto di dire: “È valsa la pena svegliarsi ogni giorno di LUGLIO alle 6:30, stare 6 ore seduto davanti al computer a scrivere matematica, tornare alle 19 e avere il tempo di gustarsi quelle due fettine di melone con prosciutto, perchè la sera bisogna stare leggeri, o almeno così dicono i miei, e quindi morire di fame”, ma posso dire che se fosse stata durante il periodo scolastico e quindi con uno stato psicologico diverso da “sveglia, lavoro, pranzo, lavoro, melone con prosciutto, letto”, mi sarebbe piaciuta assai.

10. Il periodo che hai svolto, in termini di durata, ti è sembrato sufficiente, troppo lungo o troppo corto?

Come ho già manifestato diverse volte prima, i fattori: caldo boia e luglio passato a Porta Romana; influiscono molto, a me è sembrato troppo lungo, anche solo due giorni di luglio sarebbero bastati; senza contare quei due fattori, tre settimane sono il giusto, abbastanza per imparare il necessario e insufficienti per iniziare a odiare chiunque ti stia intorno.

11. Come potrebbe essere migliorata l’esperienza dell’Alternanza Scuola Lavoro?

Vi prego, quando arriva un nuovo stagista, soprattutto se maschio, ditegli dove si trova il bagno e che ce ne sono DUE, eviterebbe possibili scene che porterebbero a disagio di alto livello, grazie.

Scopri le proposte di Alternanza Scuola Lavoro presso redooc.com e cosa ne pensano i ragazzi QUI.

CHIEDI INFORMAZIONI
1 euro a studente