Com’è l’Alternanza Scuola Lavoro in Redooc.com?

6 Nov 2017

alternanza scuola-lavoro

Sapevi che puoi svolgere l’Alternanza Scuola Lavoro in Redooc.com?

Sono tantissimi i ragazzi che hanno già svolto l’Alternanza Scuola Lavoro in redooc.com. Ecco cosa ne pensano alcuni studenti che hanno lavorato con noi a luglio e a settembre 2017.

Com’è l’Alternanza Scuola Lavoro in Redooc.com?

Dal 2015 è stata introdotta nel mondo della scuola l’Alternanza Scuola-Lavoro, progetto volto a far conoscere il mondo del lavoro ai ragazzi del liceo, tramite un approccio diretto con le aziende. Pensi che questa esperienza innovativa possa essere utile per la tua formazione?

Andrea: Penso che qualsiasi esperienza aggiuntiva proposta al di fuori del semplice insegnamento scolastico possa essere utile per la formazione di uno studente, in quanto la scuola, per come è strutturata ora, fornisce davvero poche occasioni di mettere in pratica i concetti studiati.

Giorgia: Sì, penso che sia un’ottima e utile esperienza, in grado di aiutarti e metterti a conoscenza dell’impegno che serve nel mondo del lavoro.

Nicole: Sì. Io penso che l’Alternanza Scuola-Lavoro possa essere utile alla mia formazione e alla mia persona, poiché mi può aiutare ad avere più fiducia e sicurezza in me stessa e in ciò che faccio. Da un punto di vista “pratico” mi fa capire come interagire con l’ambiente di lavoro e come relazionarmi con i colleghi.

Luca: Sì,credo che l’alternanza scuola-lavoro possa essere un’attività utile perché permette ai ragazzi di iniziare a conoscere il mondo del lavoro, capendo come bisogna comportarsi al suo interno. Inoltre ti permette di imparare nuove cose.

Pensi che conoscere da più vicino il mondo del lavoro possa aiutarti ad orientare le tue aspirazioni future?

Andrea: Senz’altro. L’avvicinamento alla realtà lavorativa mi permetterà di avere un’idea più chiara nel momento in cui dovrò effettivamente approcciare il mondo del lavoro.

Giorgia: Sì, secondo me è molto utile per capire quali possono essere le tue ambizioni future e, ad esempio, scoprire che il lavoro “in ufficio” non fa per te.

Nicole: Sì, penso che questo sia uno dei motivi fondamentali dell’Alternanza Scuola-Lavoro. Credo che intraprendere il percorso di stage, quindi lavorare “sul campo”,  possa confermare o smentire eventuali aspirazioni e in questo modo capire come orientarsi nella futura ricerca del lavoro.

Luca: Certamente. Vivere un’esperienza lavorativa pratica ti fa capire se quel mestiere fa per te o meno. Gli stage, se fatti bene, sono utili anche per questo motivo.

Cosa ti aspetti da un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro?

Andrea: Prima di fare lo stage presso Redooc sinceramente non avevo un’idea troppo concreta di cosa avrei fatto. Ho ricevuto pareri discordanti riguardo all’esperienza fatta da persone che hanno intrapreso il percorso dell’Alternanza Scuola-Lavoro prima di me: alcuni venivano mandati in ufficio solamente “per scaldare la sedia”, ad altri invece venivano proposti progetti davvero interessanti. Con queste premesse quindi avevo più una speranza che una aspettativa.

Giorgia: Mi aspetto di svolgere attività inerenti a ciò che sto studiando a scuola, che mi possano aiutare nel migliorare le mie conoscenze e abilità nel campo.

Nicole: Mi aspetto di crescere e migliorare a livello didattico e personale.

Luca: Mi aspetto di imparare cose nuove, comprendere meglio il mondo del lavoro e iniziare ad avere esperienza in questo settore.

Perché hai scelto di perseguire l’alternanza presso la start up Redooc.com?

Andrea: Onestamente, quella di svolgere l’alternanza scuola lavoro in redooc.com non è stata una mia scelta. La scuola semplicemente mi ha comunicato che avrei dovuto svolgere le tre settimane di ASL in via Sabotino 22 e così ho fatto.

Giorgia: Mi è stato proposto dalla mia professoressa di Economia Aziendale e poiché la conoscevo già, ero entusiasta all’idea di provare questa nuova esperienza presso Redooc.

Nicole: Mi è stata proposta dalla mia prof.ssa di Economia Aziendale e poiché ne avevo già sentito parlare ero curiosa ed interessata ad intraprendere qui l’esperienza di alternanza scuola lavoro.

Luca: L’azienda mi è stata assegnata dai professori durante l’anno scolastico. Ma nonostante non sia stata una mia scelta, se avessi potuto scegliere di prolungare qui la mia esperienza, l’avrei fatto.

Conoscevi già Redooc.com?

Andrea: Sì, il sito mi era stato consigliato dalla mia professoressa di matematica in seconda superiore.

Giorgia: Sì, durante il secondo anno di scuola ho avuto l’occasione di utilizzarlo. La mia professoressa di matematica dopo aver spiegato la parte teorica dell’argomento, sfruttava questa piattaforma online, fornendoci aiuti per capire di più la lezione e gli esercizi.

Nicole: Sì, conoscevo Redooc, in quanto una mia ex prof.ssa di matematica aveva consigliato alla mia classe di utilizzare la piattaforma per entrare in sintonia con la matematica.

Luca: Sì. La nostra professoressa di matematica in seconda superiore ci aveva consigliato la piattaforma, per poterci meglio esercitare sugli argomenti fatti.

Cosa hai fatto durante il periodo di alternanza scuola-lavoro presso Redooc?

Andrea: Ho svolto principalmente tre compiti:

  • Creazione di una tavola pitagorica
  • Creazione di esercizi di matematica per scuole medie
  • Inserimento di grandi quantitativi di utenti all’interno del sito

Giorgia: Nel primo periodo (luglio), mi sono occupata della gestione dei social, diventando per quelle tre settimane un vero e proprio social media manager. Nel secondo periodo (settembre) mi sono occupata della gestione del blog di Redooc.com e della stesura di testi riguardanti la vita di fisici e matematici, utili per le lezioni di Scienze della piattaforma.

Nicole: All’inizio della mia esperienza mi sono occupata della gestione dei social dell’azienda: creare il piano editoriale da seguire, metterlo in pratica e infine analizzare i risultati del lavoro svolto. Ho anche imparato come creare e mettere online post con WordPress. Ho svolto delle ricerche sugli scienziati per poter arricchire le lezioni di Scienze della piattaforma. Utilizzando il BackEnd del sito ho potuto riorganizzare questi contenuti suddividendoli in biografia, curiosità e citazioni.

Luca: Durante il periodo di stage ho curato la stesura di esercizi di matematica usando il latex. Ho lavorato con phpstorm per la creazione di una tabella pitagorica poi usata sul sito di Redooc come approfondimento alle domande sulle tabelline. Infine ho controllato vari esercizi di matematica e approfondimenti su scienziati famosi che saranno poi inseriti sul sito.

Durante l’esperienza di alternanza, ciò che fino ad ora hai studiato a scuola ti è stato utile?

Andrea: Per determinati compiti le competenze informatiche acquisite sono state di grande vantaggio, per altri invece bastava conoscere la matematica -quasi- di base. In ogni caso senza le fondamenta che la scuola pone sarebbe stato molto più faticoso.

Giorgia: Non molto. La materia d’indirizzo che più studio e più mi piace è Economia Aziendale. Durante questo percorso non ho avuto l’occasione di svolgere attività inerenti a questa materia. Tuttavia l’aver svolto un altro genere di lavoro, mi ha aperto un mondo su molte altre cose.

Luca: Ciò che ho studiato a scuola è stato utile per quanto riguarda il lavoro su phpstorm. Infatti è un linguaggio molto simile a java, che ho studiato. Inoltre ho usato anche css per decorare la tabella pitagorica. Per gli esercizi di matematica, ho usato un linguaggio che prima non conoscevo.

Cosa hai imparato di nuovo?

Andrea: Di competenze accademiche ho imparato le basi della programmazione PHP, il linguaggio LaTeX e qualche nozione sui database. Stando però all’interno di un ufficio ho potuto anche imparare alcuni meccanismi della vita lavorativa che solamente con esperienze simili si possono apprendere.

Giorgia: Ho imparato ad utilizzare WordPress e a muovermi nel backend del sito. Tramite questi due potevo completare e caricare direttamente online i testi sugli argomenti che mi venivano assegnati.

Nicole: Ho imparato ad utilizzare WordPress e il BackEnd del sito. Inoltre ho migliorato il mio approccio al lavoro di squadra.

Luca: Ho imparato nuovi linguaggi: latex per scrivere documenti di testo e php che studierò quest’anno a scuola.

Alla luce della tua esperienza, pensi che questa alternanza scuola-lavoro possa esserti stata utile?

Andrea: È stata senz’altro utile. Ho potuto maturare molta esperienza e mettere in pratica i concetti teorici per dei progetti veri e propri che verranno utilizzati. Oltre che utile è stato anche soddisfacente.

Giorgia: Sì, perché grazie a questa mia prima esperienza, mi sono resa conto di come sia il “clima” in un ufficio, di come bisognerebbe comportarsi e delle abilità e conoscenze che bisognerebbe possedere.

Nicole: Penso mi sia stata utile soprattuto a livello personale. Mi ha aiutata a capire cosa vuol dire collaborare e stare all’interno di un team.

Luca: Assolutamente sì. Lo stage mi ha permesso di fare esperienza sul mondo del lavoro e di imparare cose nuove.

Il periodo che hai svolto, in termini di durata, ti è sembrato sufficiente, troppo lungo o troppo corto?

Andrea: Tre settimane direi che sono sufficienti, ho potuto svolgere un buon quantitativo di compiti. Prolungare l’esperienza credo sarebbe stato dannoso in quanto andrebbe a togliere altri giorni scolastici del quinto anno, ed in vista dell’esame sarebbe meglio poter svolgere il programma con calma e senza tagli.

Giorgia: Il tempo che ho passato in Redooc (primo periodo: 3 setimane, secondo periodo: 2 settimane) mi è stato sufficiente per capire e poter applicare nella pratica lavorativa ciò che avevo appreso.

Nicole: Penso che il tempo trascorso presso Redooc sia stato sufficiente.

Luca: La durata dello stage secondo me è giusta. Se fosse durato di meno, sarebbe stato troppo poco. Se fossero state più di 3 settimane, sarebbe diventato un po’ pesante.

Come potrebbe essere migliorata l’esperienza dell’Alternanza Scuola Lavoro?

Andrea: Per quanto riguarda l’esperienza a Redooc non saprei, non ho consigli particolari. Invece per il progetto ASL a livello più generale suggerirei di diminuire, se non rimuovere, le lezioni o i corsi che aziende esterne fanno nelle scuole: personalmente li trovo di poca utilità specialmente se messi a confronto con uno stage.

Giorgia: Scopo principale dell’alternanza è sicuramente la formazione degli studenti, finalizzata all’ingresso nel mondo del lavoro. Ho trovato appropriata la mia esperienza, quindi non ho consigli per un miglioramento.

Nicole: Questa è stata la mia prima esperienza, per ora non ho suggerimenti su come migliorarla. Penso sia utile inserire i ragazzi in un contesto inerente al loro percorso di studio.

Luca: Parlando in generale, facendo fare cose più diverse possibili agli studenti, in modo tale che imparino il più possibile. Coinvolgendo gli studenti nelle attività da svolgere senza lasciarli a loro stessi. Lo stage presso Redooc invece ha soddisfatto le mie aspettative. Sono contento dell’esperienza che ho fatto!

Scopri le possibilità che hai se scegli di svolgere l’Alternanza Scuola-Lavoro in Redooc.com e cosa pensano gli altri ragazzi che hanno già vissuto questa esperienza: QUI tutte le info.
Saldi