Linee guida per la Didattica digitale integrata

1 set 2020

linee guida per la didattica digitale integrata

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato e inviato alle scuole le Linee guida per la Didattica digitale integrata (DDI) in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico. Contengono indicazioni operative per l’adozione di un piano scolastico che preveda l’utilizzo della didattica digitale in misure e forme diverse a seconda del grado di scuola.

La didattica digitale nei diversi gradi di scuola

Il Piano per la DDI dovrà essere adottato in particolare nelle Scuole Superiori, dove la didattica digitale sarà complementare a quella in presenza.

Per quanto riguarda i gradi scolastici inferiori, invece, il Piano serve per far sì che gli istituti siano pronti qualora si dovessero sospendere nuovamente le attività didattiche in presenza a causa dell’emergenza sanitaria. Dall’Infanzia alla Scuola Secondaria di I grado, però, si auspica di poter sempre garantire lo svolgimento della didattica in presenza.

Le attività in modalità sincrona e asincrona dovranno essere bilanciate in modo da rispettare i ritmi di apprendimento e i momenti di pausa necessari. In caso di eventuali nuove situazioni di lockdown bisognerà assicurare:

  • un minimo di 10 ore settimanali di didattica sincrona con l’intero gruppo classe per le classi prime delle Scuole Primarie;
  • un minimo di 15 ore settimanali di didattica sincrona con l’intero gruppo classe per le Scuole Primarie (dalla classe 2°) e Secondarie di I grado;
  • un minimo di 20 ore settimanali di didattica sincrona per le Scuole Secondarie di II grado.

In generale, “la progettazione della didattica in modalità digitale deve tenere conto del contesto e assicurare la
sostenibilità delle attività proposte e un generale livello di inclusività, evitando che i contenuti e le
metodologie siano la mera trasposizione di quanto solitamente viene svolto in presenza“.

Dotazioni, strumenti e metodologie

Le scuole avvieranno una rilevazione del fabbisogno di tablet, PC e connessioni in modo che insegnanti e studenti abbiano a disposizione gli strumenti necessari. Il dialogo con le famiglie dovrà essere costante, così come la formazione dei docenti e di tutto il personale scolastico sui temi del digitale.

“Ogni scuola assicura unitarietà all’azione didattica rispetto all’utilizzo di piattaforme, spazi di archiviazione, registri per la comunicazione e gestione delle lezioni e delle altre attività, al fine di semplificare la fruizione delle lezioni medesime nonché il reperimento dei materiali, anche a vantaggio di quegli alunni che hanno maggiori difficoltà ad organizzare il proprio lavoro”. Gli strumenti scelti devono essere fruibili da qualsiasi tipo di device (smartphone, tablet, PC) o sistema operativo a disposizione.

“Alcune metodologie si adattano meglio di altre alla didattica digitale integrata: si fa riferimento, ad
esempio, alla didattica breve, all’apprendimento cooperativo, alla flipped classroom, al debate quali metodologie fondate sulla costruzione attiva e partecipata del sapere da parte degli alunni che consentono di presentare proposte didattiche che puntano alla costruzione di competenze disciplinari e trasversali, oltre che all’acquisizione di abilità e conoscenze. Si raccomanda alle istituzioni scolastiche di procedere ad una formazione mirata che ponga i docenti nelle condizioni di affrontare in maniera competente queste metodologie, al fine di svilupparne tutte le potenzialità ed evitare che, in particolare alcune di esse, si sostanzino in un riduttivo studio a casa del materiale assegnato”.

Linee guida per la didattica digitale integrata e DSA

Un’attenzione particolare è riservata alle studentesse e agli studenti con disabilità e con bisogni educativi speciali. Il punto di riferimento in questi casi deve essere il PDP (Piano Didattico Personalizzato). Dove possibile andrà privilegiata la didattica in presenza con il docente di sostegno. In caso di didattica a distanza i docenti dovranno concordare il carico di lavoro e consentire l’utilizzo degli strumenti compensativi necessari, garantendo ad esempio la possibilità di registrare e riascoltare le lezioni.

Per leggere le Linee guida per la Didattica digitale integrata, scarica il documento qui: Linee_Guida_DDI

#ScopriLeOfferte - offerta 3 mesi 40 euro, 6 mesi 60 euro, 9 mesi 80 euro!
#ScopriLeOfferte - offerta 3 mesi 40 euro, 6 mesi 60 euro, 9 mesi 80 euro!