Come organizzare le ripetizioni di matematica con Redooc

10 Nov 2015

ripetizioni di matematica

Le ripetizioni di matematica, i recuperi e i potenziamenti finalmente si possono organizzare con Redooc. I vantaggi? Risparmio, efficacia, monitoraggio.

Redooc vuole aiutare gli studenti italiani che hanno bisogno di un supporto in matematica per capirla meglio e più velocemente. Redooc è la soluzione per i genitori al problema del costo delle ripetizioni e alla difficoltà di monitorarne l’impatto effettivo.
Vogliamo diventare lo strumento dei tutor per rendere le ripetizioni di matematica efficienti, efficaci e monitorabili.

Perché Redooc?
Perché Redooc non è solo un libro, è la nuova biblioteca per le materie STEM, una piattaforma nativa digitale che offre tutta la matematica delle scuole superiori fino alla maturità, secondo le indicazioni ministeriali.

Come organizzare le ripetizioni di matematica con Redooc?

Se la matematica è come lo sport, lo studio è un allenamento! Il tutor diventa un Math Trainer (cioè un allenatore di matematica)!
Il Redooc Math Trainer utilizza la piattaforma Redooc come strumento di supporto, che serve per spiegare i concetti più difficili in mille modi diversi con tanti video, appunti, esercizi spiegati passo per passo. Inoltre, può monitorare l’andamento dello studente nel tempo, per guidarlo con una didattica più mirata.

Il Redooc Math Training ha questi momenti chiave:

  1. scheda personale
  2. piano di lavoro/programma di allenamento
  3. lezioni di ripetizione (individuale o di gruppo)
  4. allenamento a casa tra una lezione e l’altra

1. La scheda personale
Come in palestra, prima di iniziare le ripetizioni, il Redooc Math Trainer compila la scheda personale dello studente. Per prepararla gli basta sapere:

  • chi è lo studente e che scuola frequenta
  • come studia matematica a scuola e a casa
  • quante verifiche ha fatto, come sono andate e quante sono in programma
  • qual è l’obiettivo delle ripetizioni: evitare il debito, migliorare il voto finale in pagella, affrontare la seconda o la terza prova di maturità o del diploma.

2. Il piano di lavoro/ programma di allenamento
Dopo aver compilato la scheda personale, il Redooc Math Trainer definisce il piano di lavoro per le ripetizioni: Vuoi fare i compiti? Vuoi allenarti su un concetto che non capisci? Ci sono esercizi che non riesci a risolvere?
Insieme al Redooc Math Trainer lo studente parte da quello che lo “blocca” e supera l’ostacolo.
Ogni lezione di ripetizione segue un programma di allenamento che viene aggiornato di volta in volta secondo le esigenze, i risultati, i miglioramenti, i dubbi o le difficoltà.
Il Redooc Math Trainer ha la visibilità delle attività e dei risultati e suggerisce quali esercizi fare: con la sua supervisione, da solo o insieme ad un amico, ma anche a casa, sul tram o in metro, usando il tuo smartphone, il tablet o il PC.

3. Le lezioni di ripetizione
Nella lezione individuale lo studente sceglie l’argomento in cui si sente più debole. Con l’aiuto del Math Trainer, che conosce i punti di forza e i punti deboli dello studente avendo accesso al profilo studente, vengono svolti gli esercizi sulla piattaforma Redooc:

  1. ripasso dei contenuti con le videolezioni
  2. allenamento con gli esercizi, a partire dal livello 1

Il Math Trainer supporta lo studente durante gli esercizi: verifica il corretto ragionamento e svolgimento, ma lascia allo studente il tempo e il modo di rispondere alla domanda. In caso di errore, aiuta lo studente a individuare il passaggio del ragionamento errato e lo aiuta a trovare un modo corretto per risolvere l’esercizio. Dopo aver dato la risposta, viene controllato il corretto svolgimento con il supporto della spiegazione dell’esercizio.

In un’ora il mix tra online e offline dipende dalle esigenze dello studente: il Redooc Math Trainer è a supporto, come un coach in un allenamento.

Nella lezione di gruppo il vantaggio è che i dubbi vengono chiariti anche tra compagni, non solo con il supporto del Math Trainer. Inoltre, gli esercizi vengono fatti non solo individualmente, ma anche in una sfida a squadre sui livelli scelti dal Math Trainer.

4. L’allenamento a casa tra una lezione e l’altra
Il Math Trainer, in base alla necessità dello studente, assegna come allenamento a casa il livello 3 (se non viene fatto insieme). Se l’allenamento a casa ha un risultato negativo o se lo studente ha ancora dei dubbi sulla lezione, il livello di esercizi viene rifatto insieme al Math Trainer per capire come affrontare le difficoltà.
Nell’allenamento a casa vengono anche assegnate lezioni “consigliate” sugli argomenti che il Math Trainer ritiene debbano essere ripassati per affrontare al meglio le lezioni successive.

Partecipa al PiGreco Day e al Dante Dì 2020!
Partecipa al PiGreco Day e al Dante Dì 2020!