DSA in cifre: i dati del MIUR sulla popolazione scolastica italiana

8 Oct 2019

dsa in cifre

DSA in cifre

Gli studenti con DSA nelle scuole di ogni ordine e grado sono circa 276 mila, poco più del 3% della popolazione scolastica italiana. La diagnosi per il rilascio della certificazione viene effettuata a partire dalla classe terza della Scuola Primaria. Per la Scuola dell’Infanzia e i primi due anni di elementari, invece, si può formulare un’indicazione di rischio. Ecco i numeri e le percentuali degli alunni con Disturbi Specifici dell’Apprendimento nei vari ordini di scuola, resi noti dal MIUR.

DSA

DSA in cifre: la maggiore concentrazione di ragazzi con DSA alle Medie va probabilmente ricondotta al ritardo nella certificazione dei disturbi. Le diagnosi, tuttavia, sono aumentate notevolmente negli ultimi anni in conseguenza dell’emanazione delle nuove norme con la Legge 170/2010.

La distribuzione regionale dei DSA

Sul territorio italiano si nota una maggiore presenza di alunni con DSA nelle regioni di Nord-Ovest, dove la percentuale sul totale dei frequentanti è intorno al 4,5%. Numeri molto più bassi, invece, nel Mezzogiorno: qui la percentuale è intorno all’1,5%. Questa disparità, tuttavia, è con ogni probabilità dovuta a un problema di sotto-certificazione dei disturbi al Sud.

DSA

Le tipologie di disturbo: DSA in cifre

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento riconosciuti dalla legge 8 ottobre 2010, n. 170 sono:

  • dislessia: disturbo nell’imparare a leggere;
  • disgrafia: disturbo nell’imparare a scrivere;
  • disortografia: disturbo nell’utilizzare il codice linguistico;
  • discalculia: disturbo nel calcolo matematico.

“Si manifestano in presenza di capacità cognitive adeguate, in assenza di patologie neurologiche e di deficit sensoriali, ma possono costituire una limitazione importante per alcune attività della vita quotidiana” (comma 1, art.1). Possono coesistere fra loro e con altri tipi di disturbo, come il deficit di attenzione. Per gli alunni con DSA, comunque, la normativa non prevede la presenza di insegnanti di sostegno, ma l’adozione di strumenti compensativi e misure dispensative.

DSA

Rispetto agli altri tipi di disturbo, a prevalere è la dislessia. Sono infatti 177.212 gli alunni che presentano dislessia, 79.261 quelli con disgrafia, 92.134 quelli con disortografia e 86.645 quelli con discalculia. Come emerge dal grafico, il 40,7% degli alunni con DSA è in possesso di certificazione di dislessia, il 18,2% di disgrafia, il 21,2% di disortografia e il 19,9% di disgrafia.

DSA

Redooc è attiva nella promozione di una didattica inclusiva attenta a tutti gli stili di apprendimento. Perciò, in collaborazione con Giacomo Stella, ideatore e responsabile scientifico dei Centri SOS Dislessia, ha ideato degli strumenti compensativi interattivi per aiutare i bambini con DSA a svolgere le quattro operazioni.

Per saperne di più sugli strumenti proposti da redooc sulla piattaforma (mappe, esercizi interattivi guidati, scelta del carattere di lettura) guarda qui.

Per altre informazioni sul tema dei DSA – Disturbi Specifici dell’Apprendimento consulta questa sezione del blog.

Non perderti DSA Decisamente Super Affascinante. La vera storia di un’alleata didattica in prima linea, il libro di Valentina Secchi, mamma di un ragazzo con DSA e responsabile di un doposcuola specialistico per alunni dislessici.

Trovi il libro nelle librerie e in tutti gli store online.

Saldi con Carta del docente e 18App
Saldi con Carta del docente e 18App