Misure dispensative per studenti con DSA

23 Dec 2019

misure dispensative

Le misure dispensative consentono allo studente con DSA di non svolgere alcune prestazioni che, a causa del disturbo, risultano particolarmente difficoltose e che non migliorano l’apprendimento.

Le misure dispensative devono essere sempre valutate sulla base dell’effettiva incidenza del disturbo sulle prestazioni richieste, in modo tale da non differenziare, in ordine agli obiettivi, il percorso di apprendimento dell’alunno o dello studente in questione. Lo studente con uno disturbo specifico dell’apprendimento che deve raggiungere gli obiettivi comuni alla classe può avere bisogno di essere dispensato dall’eseguire le prestazioni per lui più difficili, oppure di eseguirle per esempio con materiale ridotto o con più tempo a disposizione per portare a termine il compito.

Cosa sono le misure dispensative?

Sono misure dispensative:

  • evitare la lettura ad alta voce;
  • evitare l’uso del corsivo o dello stampato minuscolo o la scrittura delle lingue straniere;
  • non prendere appunti scritti a mano, copiare dalla lavagna o scrivere a mano sotto dettatura;
  • non eseguire prove a tempo o avere a disposizione più tempo per eseguire una prova;
  • svolgere le prove su un contenuto ridotto, ma comunque disciplinarmente significativo;
  • sostenere solo interrogazioni programmate, in forma orale oppure verifiche in formato digitale

Gli strumenti compensativi e dispensativi sono previsti dalla Legge 170/2010“Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico”. È la legge di riferimento per tutti gli studenti con una diagnosi di DSA, dislessia, discalculia, disgrafia e disortografia. L’articolo 5 si occupa delle misure educative e didattiche di supporto all’apprendimento e indica che “gli studenti con diagnosi di DSA hanno diritto a fruire di appositi provvedimenti dispensativi e compensativi di flessibilità didattica nel corso dei cicli di istruzione e formazione e negli studi universitari”.

Come applicare le misure dispensative per una didattica personalizzata

Ogni studente è diverso e ha bisogno di una didattica personalizzata e individualizzata. Avere a che fare con ragazzi e ragazze con DSA è una sfida perché obbliga insegnanti ed educatori a interrogarsi alla ricerca di nuove strategie e nuovi metodi didattici, che valorizzino i talenti di tutti. 

L’apprendimento esperienziale, i lavori di gruppo, le prove di valutazione programmate, in forma orale e ridotte, l’utilizzo di strumenti compensativi, sono tutte modulazioni di una didattica flessibile, attenta ai bisogni educativi di tutti. La meta è l’apprendimento e ognuno ha il suo modo di raggiungerla. Non c’è un modo giusto e un modo sbagliato di imparare, ogni persona deve trovare il suo e il compito della scuola è aiutarla a farlo.

Trovi tante informazioni sul tema DSA anche nella sezione DSA – Consigli per i genitori.

#offerta 6 mesi 60 euro 9 mesi 75 euro!
#offerta 6 mesi 60 euro 9 mesi 75 euro!