Matematica e Istituto Tecnico: Redooc all’I.I.S. Galvani

5 Mar 2016

matematica e istituto tecnico

Molti studenti una volta superato l’esame di terza media pensano: “mi iscrivo all’Istituto Tecnico, tanto lì di matematica ce n’è poca”. E invece no! Matematica e Istituto Tecnico vanno a braccetto. Basti pensare che molti argomenti di matematica vengono trattati prima all’Istituto Tecnico che al Liceo Scientifico.
Ovviamente Redooc non poteva certo lasciarsi sfuggire l’occasione di sperimentare nuovi metodi di didattica della matematica con i professori e gli studenti degli Istituti Tecnici.
Vi raccontiamo come matematica e Istituto Tecnico convivono insieme a Redooc grazie alla Prof.ssa Laura Barbiero e ai suoi studenti della 2C ELMED dell’I.I.S. Galvani di Milano. In particolare, come la Prof.ssa Barbiero durante l’A.S. 2015-16 ha utilizzato le video lezioni e gli esercizi di Redooc in classe e a casa per sperimentare la flipped classroom.

Matematica e Istituto Tecnico

Come usi Redooc per la didattica?

Ho conosciuto Redooc l’anno scorso e ho subito pensato che potesse essere un valido strumento sia per il recupero che per il potenziamento. Abbiamo usato la piattaforma con molte classi, ma ho capito che per vedere dei risultati bisogna che il professore lo utilizzi con una certa costanza. Non è detto che tutti gli argomenti vadano affrontati con Redooc, ma se si decide di usarla allora serve far capire agli studenti tutto il potenziale.
Una cosa positiva è che durante la pausa estiva, molti studenti si sono preparati all’esame di recupero del debito con Redooc e i risultati si sono visti! Questo mi ha fatto ben sperare per un uso più mirato l’anno successivo.

Quest’anno ho deciso di concentrarmi su una classe in particolare, scegliendo di usare Redooc come mio sostituto, in classe e a casa. Infatti la mia idea è che, grazie ai contenuti (lezioni ed esercizi) presenti sul sito, i miei studenti possano studiare in modo autonomo i nuovi argomenti e allenarsi con gli esercizi. Una volta in classe, posso concentrarmi su ciò che non è chiaro, magari facendolo spiegare a uno studente che invece ha capito. Così ho un altro vantaggio: gli studenti possono allenarsi anche nell’esposizione (public speaking) degli argomenti. Io devo solo fare da supervisore, intervenendo dove mi interessa precisare meglio un concetto.

Recentemente, ho voluto sperimentare la flipped classroom con Redooc per introdurre i concetti di circonferenza e cerchio: video da vedere a casa + livello 1 di esercizi. Dal mio profilo professore, ho potuto vedere chi ha fatto i compiti e chi no e qual è il livello di comprensione dell’argomento.
Un altro modo per usare i contenuti di Redooc in classe è proiettare la lezione così tutti possono seguire. Per dare ritmo (ed evitare che gli studenti ne approfittino) interrompo il video e verifico con domandine mirate se gli studenti stanno seguendo il discorso. In questo modo loro stanno attenti e io posso intervenire dove mi interessa per integrare la spiegazione.
Per gli esercizi vale lo stesso discorso. Se tutti vedono la domanda possono provare a rispondere, quindi si tengono in allenamento, e poi chiedo a uno di rispondere. Con la spiegazione dopo ciascuna domanda tutti possono controllare se hanno ragionato bene e dove possono ancora migliorare.

Quali strumenti hai a disposizione?

Purtroppo in aula non ho la LIM, ma un’ora a settimana porto la classe in laboratorio, dove il mio pc è collegato al proiettore e gli studenti possono lavorare in coppia su un pc. Gli studenti che hanno il tablet o lo smartphone possono usarlo per lavorare autonomamente. Non metto vincoli, l’importante è che lavorino!
A casa, tutti hanno lo smartphone per collegarsi al sito e fare gli esercizi: credo che quasi tutti usino questo metodo per allenarsi a casa.

Cosa pensano gli studenti di Redooc?

Da quello che ho potuto vedere, chi è già bravo (cioè studia) usa Redooc con continuità sia perché riconosce il potenziale ma anche perché può trovare anche degli esercizi più stimolanti rispetto a quelli che normalmente si trovano sui libri. Ho visto però che anche chi di solito è più pigro tenta comunque di fare gli esercizi e di vedere i video.
Alcuni (incredibile!) hanno anche ripassato in autonomia gli argomenti visti prima dell’effettivo utilizzo di Redooc in classe.

Redooc entra nel tuo metodo di valutazione?

Per ora non uso i risultati dell’attività sul sito per dare valutazioni agli studenti. Ma nelle verifiche, inserisco sempre dei quesiti presi dalla piattaforma così si vede subito chi ha fatto gli esercizi assegnati e chi no.

Quali argomenti hai trattato con Redooc in classe?

Trovo molto interessante e ben fatta tutta la parte di geometria. Dopo aver assegnato la lezione sui parallelogrammi e trapezi ho notato un miglioramento nei risultati della verifica. Ora sto affrontando la circonferenza e il cerchio.
I prossimi argomenti che penso di affrontare con Redooc sono l’introduzione alla statistica e alla probabilità. Il motivo è semplice: oltre ad avere delle belle video lezioni che spiegano in maniera semplice ma precisa gli argomenti, credo che siano un ottimo strumento per la preparazione delle prove INVALSI di II superiore.

Grazie Laura!

Partecipa al PiGreco Day e al Dante Dì 2020!
Partecipa al PiGreco Day e al Dante Dì 2020!