Redooc a Lampedusa: matematica e gamification

10 Mar 2016

Redooc a Lampedusa

Redooc a Lampedusa per sperimentare la didattica della matematica con la Prof.ssa Paola Dragonetti e i suoi studenti del Liceo Scientifico E. Majorana.
Redooc a Lampedusa con la matematica digitale, con i nostri contenuti (video lezioni più esercizi) e la gamification della matematica.

La Prof.ssa Paola Dragonetti durante l’A.S. 2015-16 ha utilizzato Redooc con tre classi (due quinte e una terza). Curiosi di sapere come viene usato Redooc a Lampedusa?

Redooc a Lampedusa: la storia del L.S. Majorana

Come usi Redooc per la didattica?

Uso molto Redooc nella mia didattica quotidiana. Ma il punto di forza secondo me è l’aspetto di gamification presente sulla piattaforma. Ho pensato: visto che oltre a sapere se hanno superato o meno l’esercizio, gli studenti vedono quanti quanti punti hanno guadagnato, perché non sfruttarlo a mio favore? Allora ho deciso di premiare gli studenti sia per i punti accumulati per aver svolto correttamente gli esercizi assegnati, sia per gli esercizi che vorranno svolgere autonomamente, in modo da stimolare la loro curiosità.
Ovviamente ci sono delle regole: i ragazzi possono fare gli esercizi per un massimo di 3 volte. Tutti gli ulteriori tentativi (sullo stesso livello di esercizi) non vengono conteggiati. In questo modo gli studenti sanno che si devono impegnare a svolgere gli esercizi ed evito che perdano tempo a fare esercizi su argomenti che conoscono bene.

Redooc entra nel tuo metodo di valutazione?

Ho pensato di valutare l’uso di Redooc da parte degli studenti in questo modo. Ogni settimana viene premiato il “re della settimana”, cioè colui che ha accumulato più punti su Redooc, secondo le regole che ho descritto prima.
Il re della settimana avrà:

  • il suo nome scritto su un apposito cartellone appeso in classe;
  • un “bonus” che può essere, per esempio, una giustificazione per non aver fatto gli esercizi, oppure mezzo punto in più nella prossima interrogazione.

Per chi diventa “re della settimana” più volte in un mese sono previsti dei bonus extra a fine quadrimestre. Credo che in questo modo gli studenti siano stimolati nello studio della matematica.

Quali strumenti hai a disposizione?

Siamo abbastanza fortunati: in classe ho a disposizione la LIM e nelle due quinte i ragazzi hanno tutti l’Ipad e possono così allenarsi con Redooc dal dispositivo personale oppure seguendo le lezioni in classe. In classe uso la LIM per proiettare le video lezioni sugli argomenti che mi interessano e fermo i video quando voglio approfondire un concetto. In questo modo gli studenti seguono meglio perché alternano la parte di video con la mia spiegazione. Devo dire che Redooc è un ottimo supporto per la didattica.
Per casa, assegno dei livelli di esercizi sull’argomento spiegato e posso monitorare in tempo reale il lavoro di tutti tramite la classe virtuale accessibile dal mio profilo sul sito.

Cosa pensano gli studenti di Redooc?

Gli studenti sono stati molto entusiasti di questa proposta e lavorano costantemente, specialmente le quinte. Visto che hanno anche lo stimolo di essere “re della settimana” ho visto che vanno a ripassare vecchi argomenti per migliorare il punteggio personale, ma hanno anche capito che ripassando migliorano i punteggi sugli argomenti nuovi.
Devo dire che gli studenti vedono Redooc come il compagno di studi a casa!

Quali argomenti hai trattato con Redooc in classe?

Con le quinte abbiamo visto le lezioni sui limiti e sulle derivate, dove sono presenti i nuovi video che permettono uno studio più mirato.
In terza abbiamo iniziato affrontando la geometria analitica, in particolare le rette nel piano cartesiano.

E ora… un po’ di numeri!

Come raccontare l’esperienza di Redooc a Lampedusa se non con i numeri?! Ecco come (e quanto) gli studenti della Prof.ssa Dragonetti stanno usando Redooc:

  • 10.300+ punti fatti
  • 470+ livelli di esercizi completati, di cui 290+ superati (fate voi la percentuale!)

Grazie Paola e grazie ragazzi!

Partecipa al PiGreco Day e al Dante Dì 2020!
Partecipa al PiGreco Day e al Dante Dì 2020!