Le lettere dell’alfabeto

Quali e quante sono le lettere dell’alfabeto? Memorizza tutte le lettere in ordine alfabetico.

Hai studiato vocali e consonanti: ti ricordi quante sono le lettere dell’alfabeto in tutto?

Sono ventuno e in più bisogna aggiungere le cinque lettere straniere.

Imparale nell’ordine giusto e scoprirai che al mattino quando la maestra fa l’appello vi chiama in ordine alfabetico!

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

L’ordine alfabetico

Ora che conosci tutte le vocali e le consonanti non ti resta che fare un po’ d’ordine. Ecco tutte le lettere dell’alfabeto, dalla prima all’ultima:

A, B, C, D, E, F, G, H, I, J, K, L, M, N, O, P, Q, R, S, T, U, V, W, X, Y, Z

Se vuoi stampare il tuo alfabetiere personale, scarica il pdf qui:

L'alfabeto della scuola

transparent placeholder

Se ti guardi un po' intorno vedrai che a scuola puoi trovare tante belle paroline da imparare, una per ogni lettera dell'alfabeto:

A come astuccio, pieno di matite colorate;
B come biro, la penna che hai sul banco;
C come cattedra, il tavolo della maestra;
D come drin drin, il suono della campanella;
E come evidenziatore, quello giallo che hai nell’astuccio;
F come foglio, quello a quadretti da riempire di lettere;
G come gomma, che usi per cancellare;
H come hamburger, che bontà quello della mensa;
I come inchiostro, quello nero della penna con cui scrivi;
J come jeans, i pantaloni del tuo compagno di banco;
K come kiwi, il frutto che mangi in mensa;
L come libro, quello che studi per imparare la grammatica;
M come matita, che usi per disegnare;
N come nota: fai il bravo e non ne prenderai nessuna;
O come orologio, quello appeso alla parete della classe;
P come pennarelli, quelli che usi per colorare;
Q come quaderno, su cui fare i compiti;
R come ripasso, da fare prima della verifica;
S come scuola, dove vai ogni mattina;
T come tastiera, quella del computer nell’aula di informatica;
U come uva, la frutta che porti per merenda;
V come voce, quella della maestra che spiega la lezione;
W come week-end, i giorni in cui non si va a scuola;
X come xilofono, lo strumento che suoni nell'aula di musica;
Y come yogurt, che buono quello della mensa;
Z come zaino, quello pieno di libri che porti sulle spalle.

L’appello

transparent placeholder

Al mattino appena entrati in classe si fa l’appello per segnare i presenti e gli assenti. In che ordine vi chiamano maestri e maestre? In ordine alfabetico!

Ripassa l’alfabeto mettendo in ordine i nomi e i cognomi dei tuoi compagni di classe!

Giochiamo con l'alfabeto

transparent placeholder

Hai studiato tutto l’alfabeto? Allora divertiti a giocare con le lettere!

Per prima cosa scarica il tuo alfabetiere qui:

Dopo averlo stampato, divertiti a inventare tanti giochi per imparare ad associare ogni lettera al suo suono. Ritaglia le 26 caselle seguendo le linee di contorno e utilizzale come preferisci:

  • puoi disporle in ordine alfabetico per ripassare la sequenza delle lettere
  • puoi usarle per comporre delle parole
  • puoi divertirti a sostituire l’iniziale di una parola o una lettera al suo interno per vedere come basta cambiare un solo suono per ottenere significati completamente diversi (Topo diventa Moto, ma anche toRo)
  • puoi scrivere il nome dell’animale o della cosa che vedi rappresentata nella casella che contiene l’iniziale corrispondente

E se hai ancora voglia di giocare con le lettere, scarica la scheda qui:

Stampala e unisci i puntini seguendo l’ordine alfabetico: quale figura apparirà?

#ScopriLeOfferte - offerta 3 mesi 40 euro, 6 mesi 60 euro, 9 mesi 80 euro!
#ScopriLeOfferte - offerta 3 mesi 40 euro, 6 mesi 60 euro, 9 mesi 80 euro!