L'analisi logica di attributo e apposizione

Scopri cosa sono l’attributo e l’apposizione in analisi logica e impara a usarli per aggiungere più informazioni nelle tue frasi.

Appunti

L’aggettivo e il nome sono due parti del discorso che hai imparato a conoscere e a definire con l’analisi grammaticale.

Ora scopri la loro funzione all’interno della proposizione e impara a farne l’analisi logica. L’aggettivo si chiamerà attributo e il nome in alcuni casi occuperà il posto dell’apposizione.

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Prerequisiti per imparare l'analisi logica di attributo e apposizione

Per imparare l'analisi logica di attributo e apposizione è necessario conoscere:

Attributo

In analisi logica l’aggettivo, posto prima o dopo il nome per precisarne il significato, si chiama attributo.

Esempio: “La formica è un insetto laborioso"

  • la formica = soggetto
  • è un insetto laborioso = predicato nominale (è = copula; un insetto = nome del predicato; laborioso = attributo)

Apposizione

L’apposizione è un nome comune che si aggiunge a un nome proprio per precisarlo.

Esempi: “il poeta Dante”, “il monte Cervino”, “gatto Silvestro”...

Può capitarti di trovare l’apposizione anche in forme di questo tipo: "Lorenzo, da bambino, non voleva mai dormire"; "Alessandro, in qualità di arbitro, deve essere imparziale"; "Lucia, come amica, è davvero fantastica"; "Parigi, capitale della Francia, è una bellissima città".