Come si fa l’analisi logica

Inizia a conoscere gli elementi che formano la proposizione per capire come si fa l’analisi logica e non fare confusione con l’analisi grammaticale. L’analisi logica studia il rapporto tra le parole di una frase, mentre l’analisi grammaticale le analizza singolarmente nella loro forma.

Appunti

Fare l’analisi logica significa chiedersi a cosa serve ciascun componente della proposizione, riconoscendone il ruolo in relazione agli altri. 

Ogni elemento infatti ha la sua funzione all’interno della frase. C’è il predicato, che può essere verbale o nominale, il soggetto, ossia ciò di cui si parla, ci sono l’attributo (aggettivo) e l’apposizione (nome), che precisano un altro nome, e infine i complementi, diretti o indiretti, che arricchiscono il significato della frase.

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Cos’è l’analisi logica?

L’analisi logica è il procedimento che mira a riconoscere gli elementi che formano la frase semplice, detta anche proposizione.

L’elemento principale è il predicato, che concorda nella persona e nel numero con il soggetto. Una volta individuati questi due “attori protagonisti” all’interno della frase, puoi verificare se ci sono altri “personaggi secondari” che contribuiscono ad aggiungere informazioni: possono essere attributi, apposizioni e complementi di diverso tipo, ciascuno con la sua funzione da riconoscere nell’analisi logica.

Riconoscere gli elementi della proposizione

La frase semplice è una proposizione separata dal resto del discorso da segni di interpunzione forte, come il punto, il punto esclamativo e il punto interrogativo.

Gli elementi che la formano hanno una loro specifica funzione, più o meno importante per il senso dell’insieme. Ecco le regole da seguire nel fare l’analisi logica: 

  • individuare il predicato: può essere verbale se formato dal solo verbo oppure nominale se formato dal verbo essere o da altri verbi copulativi seguiti dalla parte nominale del predicato;
  • trovare il soggetto concordato con il predicato;
  • riconoscere gli eventuali complementi e distinguerne il tipo: c’è il complemento oggetto, retto direttamente dal predicato, e ci sono i complementi indiretti introdotti da preposizioni, che rispondono ciascuno a una precisa domanda e arricchiscono il significato della frase;
  • verificare la presenza di attributi e apposizioni, cioè aggettivi o nomi usati per precisare un altro nome.

Differenza tra analisi logica e analisi grammaticale

Analisi logica

Analisi grammaticale

Non fare confusione tra analisi logica e analisi grammaticale:

  • fare l’analisi logica significa riconoscere la funzione degli elementi nella frase;
  • fare l’analisi grammaticale invece vuol dire associare ogni singola parola alla sua categoria grammaticale e descriverne le caratteristiche.

 

Per capire la differenza osserva le immagini: trovi la stessa frase analizzata dal punto di vista dell’analisi logica e dell’analisi grammaticale.  

Se vuoi saperne di più ripassa come si fa l'analisi grammaticale.