Ripasso del condizionale

Fai un bel ripasso del condizionale. Ripassa la coniugazione del condizionale presente e passato e tutti i suoi possibili utilizzi.

Appunti

Condizionale presente e passato: hai dei dubbi sulla loro coniugazione o sulla loro funzione?

Non lasciarti spaventare da questo modo finito del verbo e fai pratica per imparare a usarlo correttamente per esprimere i tuoi desideri.

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Prerequisiti per ripassare il modo condizionale

Per un ripasso del modo condizionale è necessario ricordare: 

I due tempi del condizionale

Il condizionale è un modo finito che si usa:

  • al presente per esprimere eventi che potrebbero verificarsi a condizione che si realizzino determinate premesse (Se fossi libero, verrei con voi in montagna);
  • al passato per parlare di desideri che non si sono avverati (Se fossi stato libero, sarei venuto con voi in montagna).

Come vedi, la condizione da cui dipende l'avverarsi o meno del desiderio si esprime nella maggior parte dei casi al modo congiuntivo e comunque mai al condizionale. Attento quindi a non commettere brutti errori usando il condizionale nella frase subordinata introdotta da se.

Il condizionale, inoltre, è il modo della cortesia (Vorrei un caffè, per favore) e dell'incertezza (Marco dovrebbe arrivare a momenti).

Il futuro nel passato

Il condizionale si usa anche per esprimere l'idea di futuro nel passato.

Esempio: Sapevo che mi avresti aiutato.

In questo caso, come vedi, il condizionale passato indica un'azione posteriore rispetto all'evento ambientato nel passato espresso dall'imperfetto sapevo.

La forma passiva del condizionale

Anche il condizionale dei verbi transitivi può avere forma passiva. Studia la coniugazione nella scheda a lato e ricordati che il passivo si forma sempre con l'ausiliare essere.

Scarica il pdf qui: