Frazioni proprie, improprie, apparenti

Le frazioni non sono tutte uguali. In base al numeratore e al denominatore possono essere proprie, improprie o apparenti. Che aspetti? Impara come riconoscerle, in questa lezione!

Appunti

Proprie, improprie, apparenti... Le frazioni sono tutte diverse. Impara a riconoscere tutte le tipologie!

Sei un docente? Scrivi a scuola@redooc.com

Sei un genitore? Acquista col bottone qui sotto

Prerequisiti per riconoscere le frazioni proprie, improprie e apparenti

Prerequisiti per imparare a riconoscere i diversi tipi di frazioni: 

 

Ripassa cosa è una frazione

Diversi tipi di frazioni - proprie, improprie e apparenti

Abbiamo imparato cosa sono le frazioni: un modo diverso per scrivere una divisione, un modo per indicare una parte di un intero suddiviso in parti uguali.

Esistono tre diversi tipi di frazioni:

  • frazioni proprie
  • frazioni improprie
  • frazioni apparenti

Quali sono le differenze tra questi tre tipi di frazioni? Scopriamolo!

Frazioni proprie

Oggi una bella merenda con tanto di limonata per tutti! Rita se ne è bevuta i £$ \dfrac 35 $£ di un bicchiere da 40 cl.

Se suddividiamo il bicchiere in 5 parti uguali e ne consideriamo 3, vediamo facilmente che Rita ha bevuto:

40 cl : 5 = 8 cl
8 cl x 3 = 24 cl di limonata

quindi meno di un bicchiere intero.

La frazione £$ \dfrac 35 $£ è una frazione propria, cioè che indica una parte minore dell’intero. Se calcoliamo la divisione che rappresenta £$ \dfrac 35 = $£ 3 : 5, il risultato sarà minore di 1. Le riconosciamo perché il numeratore è minore del denominatore.

Frazioni improprie

Oscar è molto assetato, quindi beve molta limonata! Se ne è bevuto gli £$ \dfrac 85 $£ di un bicchiere da 40 cl.

Dividiamo il bicchiere in 5 parti uguali e ne consideriamo 8. Com’è possibile? 8 è maggiore di 5, questo dovrebbe già insospettirci. Proviamo lo stesso a calcolare il valore della frazione come abbiamo imparato a fare finora:

40 cl : 5 = 8 cl
poi moltiplichiamo per 8 e troviamo 8 cl x 8 = 64 cl

In tutto Oscar ha bevuto 64 cl di limonata, quindi più di un bicchiere!

La frazione £$ \dfrac 85 $£ è una frazione impropria, cioè una frazione che indica una parte maggiore dell’intero. Se calcoliamo la divisione che rappresenta £$ \dfrac 85 = $£ 8 : 5, il risultato sarà maggiore di 1. Le riconosciamo perché il numeratore è maggiore del denominatore.

Frazioni apparenti

Lisa accompagna la sua merenda prendendo una bel po’ di limonata: se ne è bevuta i £$ \dfrac 55 $£ di un bicchiere da 40 cl.

Calcoliamo la frazione del numero come abbiamo fatto negli altri casi:

40 cl : 5 = 8 cl
moltiplichiamo per 5 e troviamo 8 cl x 5 = 40 cl

Proprio quello da cui eravamo partiti (ricorda che moltiplicazione e divisione sono due operazioni inverse, quindi se dividiamo per un numero e poi moltiplichiamo per lo stesso numero, torniamo al numero di partenza)! Questo significa che Lisa si è bevuta un bicchiere intero di limonata.

La frazione £$ \dfrac 55 $£ è una frazione apparente, cioè rappresenta un numero che possiamo scrivere anche senza utilizzare una frazione.

Ci siamo dimenticati di Albert! Lui si è bevuto i £$ \dfrac{10}{5} $£ di un bicchiere da 40 cl di limonata.

Calcoliamo la frazione del numero come abbiamo fatto negli altri casi:

40 cl : 5 = 8 cl
moltiplichiamo per 5 e troviamo 8 cl x 10 = 80 cl

Albert ha bevuto più di un bicchiere di limonata, addirittura due bicchieri interi!

Anche la frazione £$ \dfrac{10}{5} $£ è una frazione apparente. Sono frazioni apparenti quelle che indicano un intero o più interi. Le riconosciamo perché il numeratore è uguale o multiplo del denominatore.

Esercizi con le frazioni: schede da stampare

Esercizi con le frazioni

Gioco con i dadi

I bambini hanno ormai chiaro il concetto di frazione: si tratta di un numero, ma scritto come una divisione. Possiamo riconoscere quanto è grande questo numero imparando a riconoscere le frazioni proprie, improprie e apparenti. Ecco un’utile scheda per allenare queste capacità e ripassare anche l’ordinamento delle frazioni: .

In aggiunta, proponiamo anche due attività. Riprendiamo quella con le carte che avevamo già visto in questa lezione: distribuite le carte tra i due partecipanti. Ciascuno dei partecipanti posiziona due carte sul tavolo, una sopra e una sotto la linea di frazione indicata dalla matita. Contemporaneamente i due sfidanti girano le due carte: per guadagnare un punto devono riconoscere se la frazione che hanno formato è propria, impropria o apparente; possono poi guadagnare un secondo punto se riescono ad individuare quale delle due frazioni è la maggiore. Vince chi, al termine del mazzo, ha conquistato più punti.

Per il secondo gioco, utilizziamo i dadi. Stampate la scheda per i punti e distribuitene una a ciascun partecipante: . A turno i partecipanti lanciano il dado due volte: il primo risultato indica il numeratore della frazione, il secondo il denominatore. Tutti i concorrenti scrivono sul foglio il risultato ottenuto, cercando di sistemare la frazione nella colonna giusta: si tratta di una frazione propria, impropria o apparente? Concluso il decimo turno, si passa alla correzione: potete farlo voi, guidare i bambini nella correzione, oppure lasciare che si  autocorreggano trovando i propri errori con la discussione e il ragionamento.