Matematica per bambini: 4 consigli indispensabili da seguire

7 Mar 2017

Matematica per bambini

Matematica per bambini: consigli utili per spiegarla in modo creativo!

Spiegare la matematica ai bambini è un lavoro duro, ma qualcuno deve pur farlo. Per le mamme poi il compito diventa più difficile quanto più piccoli sono i bambini. In particolare per gli studenti delle scuole elementari e medie. Esercizi di Aritmetica e algebra o geometria possono diventare davvero difficoltosi, se non li si affronta con lo spirito giusto.

Le problematiche più grandi dipendono dall’enorme quantità di distrazioni che circondano i ragazzi: TV, giochi, tablet e cellulari, dal dover seguire più figli contemporaneamente e dalla mancanza di tempo.

Come fare dunque per aiutare concretamente i propri figli in questa materia evitando brutte sorprese in sede di colloqui? Basta spiegarla in modo creativo e seguire qualche consiglio!

Matematica per bambini: 4 consigli indispensabili da seguire

  1. Usare il linguaggio dei ragazzi

    Viviamo in un’epoca di forti cambiamenti. I costumi e gli usi dei ragazzi cambiano radicalmente e sempre con maggior frequenza. Se fino a qualche anno fa ci si svagava con la TV ora a dominare sono i social network, l’intrattenimento passa soprattutto lato video tra YouTube e Facebook. Solo in Italia sono più di 27 milioni gli utenti attivi e molti di questi sono ragazzi sotto i 16 anni che lo utilizzano per divertirsi, ascoltare musica ma anche studiare.

    E’ indispensabile quindi riuscire a comunicare con i ragazzi con formati video che possano appassionare ed allo stesso tempo istruire. Video lezioni che facciano riferimento a Moto GP, calcio, vacanze, principesse e favole.

    Per iniziare consigliamo sempre di partire dalla matematica della prima elementare e ripasso delle operazioni. I video sono indispensabili soprattutto per quei ragazzi che hanno perso qualche giorno di lezione.

  2. Evitare noia ed eccessiva austerità

    La matematica va spiegata in modo creativo! Nelle nostre guide Mammacheconta troverai un sacco di spunti utili!

    Un altro errore che viene commesso è mantenere un atteggiamento estremamente severo e/o noioso. Chi ha detto che i compiti, e in particolare la matematica, devono essere per forza visti come un incubo? Spesso basta cambiare qualche parola, fare qualche esempio concreto e tutto diventa più leggero.

    La matematica, ad esempio, può  essere vista come un sport: più ti alleni, più ti diverti. Ed essere un campione della matematica ripaga alla lunga, basti pensare che viviamo in un epoca fortemente orientata alle materie scientifiche, tutto ciò che si circonda, dai social network ai videogame, è realizzato grazie ad esse.

    Spesso queste cose non vengono dette, ecco perché i ragazzi non sono motivati.

  3. Allontanare ogni forma di distrazione

    Diciamo pure che dalle distrazioni dipendono l’80% dei problemi con lo studio. La TV, i cellulari, i videogiochi, tutte cose che non aiutano affatto né i genitori, né i ragazzi. Questi ultimi sono estremamente digitali, nati e cresciuti con il touch screen, fanno sempre più fatica a studiare sui testi tradizionali.

    Ecco perché è indispensabile che anche nello studio si integrino le tecnologie nel modo giusto. La nostra piattaforma è pensata proprio per essere usufruibile da PC, smartphone e tablet. Al genitore basta connettersi con il suo dispositivo e registrare un account per ogni suo figlio, in seguito sarà sempre possibile monitorare i loro progressi ed il loro operato.

  4. Fare esercizio costantemente 

    Il cervello va allenato esattamente come si fa con il proprio corpo. Gli esercizi sono probabilmente la parte più importante della fase di studio a casa perché lo studente mette in pratica quanto imparato a lezione e studiato sul libro di testo. Ci siamo chiesti come fare per poter semplificare questa attività? E ci siamo risposti ideando gli esercizi interattivi.

    Gli esercizi interattivi si basano su una serie di domante e quiz a risposta multipla, in cui lo studente è stimolato a migliorare per accumulare punti (dobloni) ed entrare in classifica. Non solo, dai dobloni nasce anche la sfida con gli amici. La matematica è vista quindi come sport di squadra, in cui si vince se ci si allena insieme.

 

La matematica per bambini può essere una meravigliosa sfida, basta coglierla nel modo giusto!

 

CHIEDI INFORMAZIONI
ansia da debito di matematica? scopri tutte le nostre offerte