SOS MAMME: quando tuo figlio non vuole studiare

25 gen 2017

figlio

Tuo figlio non vuole studiare e non sai come fare?

Tranquilla ci siamo noi di Redooc ad aiutarti! Con qualche semplice consiglio vedrai che sarà tutto più facile.

La scuola è iniziata da poco e già molte di voi devono affrontare il problema di interrogazioni, compiti e verifiche.

Soprattutto affrontare la totale assenza di voglia dei vostri figli di studiare e la temuta adolescenza che si impossessa di loro generando dei piccoli ribelli.

Tranquille! Non vi spaventate, è normale.

Al suono di “mamma non ho voglia” e “mamma lo faccio dopo” vi ritrovate a domandarvi come fare per cercare di non farli arrivare ai corsi di recupero e ai debiti a settembre.

Ma come fare? Semplice, l’importante è pensarci ora che avete tempo e non quando è troppo tardi per recuperare.

Cerchiamo quindi di vedere qualche consiglio utile da applicare subito per incentivare vostro figlio a studiare.

5 CONSIGLI PER INCENTIVARE VOSTRO FIGLIO ALLO STUDIO

  • SIATE DA ESEMPIO: il modo migliore per far fare qualcosa a qualcuno è essere un modello di comportamento positivo da imitare. Siate per i vostri figli persone su cui poter fare affidamento e da cui poter prendere esempio. Leggete ed interessatevi alle cose che non conoscete. Fate capire che imparare è bello.
  • VALORIZZATE L’IMPORTANZA DELLA SCUOLA: lasciate perdere il “devi studiare perché sei obbligato”. Provate invece a far capire ai vostri figli il motivo per cui studiare è importante e come l’istruzione renda le persone diverse dalla massa. Non presentate la scuola come un dovere, ma come uno strumento di crescita.
  • SIATE MOTIVANTI E DI SOSTEGNO: cercate di dare fiducia. Prediche e minacce non sempre servono, è appurato. Se è un periodo “no” spronateli a migliorare facendogli sempre capire che gli siete accanto. Se potete aiutateli, altrimenti proponete un aiuto esterno per delle ripetizioni. Anche i più scansafatiche muoveranno qualche passetto in più.
  • COMUNICATE: ascoltare e parlare è sempre la soluzione migliore ad ogni problema. Se vostro figlio non vuole studiare cercate di capirne il motivo e ascoltatelo, sempre. Parlate con i professori per capire ciò in cui proprio non riesce e discutetene insieme a lui. Cercate di capire insieme come uscire dalla situazione e fategli capire l’importanza di una buona istruzione.
  • NON FATE PARAGONI: i paragoni sono quasi sempre percepiti in maniera negativa e tendono a fare solo danno. Non paragonate i vostri figli a voi stessi utilizzando frasi del tipo “io alla tua età ero…” né paragonateli agli altri amici o compagni. Il confronto può essere positivo solo se desiderato e fatto per migliorarsi. Altrimenti spesso danneggia solo l’autostima di una persona.

E se il problema è la matematica?

Se vostro figlio semplicemente non vuole studiare matematica la soluzione è semplice: rendetegliela super facile e divertente con Redooc!

Argomenti spiegati in modo semplice ed intuitivo, esercizi svolti e test per mettersi alla prova. Tutto questo con Redooc, disponibile anche sugli smartphone e scaricabile qui per Android e iOS.

Con l’obiettivo di supportare le mamme quando i compiti di matematica diventano un problema nasce inoltre il progetto #mammacheconta, con guide e consigli pratici.

Scarica subito la prima guida!

 

#ScontiDaBrivido - 20% di sconto su prezzi già scontati di Premium 3, 6 e 9 mesi con il codice ZUCCA20
#ScontiDaBrivido - 20% di sconto su prezzi già scontati di Premium 3, 6 e 9 mesi con il codice ZUCCA20