4 anni invece di 5 alle Superiori, ecco perché funziona

11 apr 2015

anni redooc

Se pensi che 5 anni di Superiori siano troppi, sei in buona compagnia! In tanti infatti stanno cominciando a chiedersi se 13 anni di studi tra elementari, medie e superiori non siano troppi. E quindi si pensa a un “taglio”.

Il taglio di un anno di scuola piace (quasi) a tutti. Lo Stato ci risparmierebbe quasi 3 miliardi di euro all’anno. Gli imprenditori si dicono felici, perché affermano che la scuola più di tanto non serve. E i professori, quelli universitari, sembrano favorevoli. Mentre quelli delle Superiori non sono molto contenti perché ovviamente qualcuno dovrebbe esser lasciato a casa. Per questo i sindacati degli insegnanti sono contrari “senza se e senza ma”.

Nel frattempo alcune scuole paritarie hanno lanciato la sperimentazione dei 4 anni al posto che 5. Tra questi c’è il Liceo Guido Carli di Brescia. La sperimentazione sta andando bene, dice la dirigente del Carli Barbara Ongaro. Ma come si fa a compattare in 4 anni il programma che di solito si fa in 5? L’ispirazione viene principalmente dall’estero. Infatti molti libri sono anglosassoni. Alcune materie sono direttamente insegnate in lingua così si può “risparmiare” sulle ore di inglese per esempio.

E la maturità? L’anno prossimo i ragazzi che per primi hanno cominciato questa sperimentazione arriveranno all’esame di maturità e allora vedremo come andranno.

E all’estero come fanno? C’è chi comincia prima, come l’Inghilterra che addirittura fa cominciare la scuola a 4 anni. E allora anche questa potrebbe essere una ipotesi. Ma a guardare i risultati dei test PISA dell’OCSE, i paesi che vanno meglio, come la Finlandia, sono anche quelli dove i ragazzi cominciano dopo. Altra ipotesi è accorpare 5 elementare e 1 media.

FOCUS: PISA: Che significato hanno i dati OCSE per l’Italia?

La verità però, come sottolinea il dott. Gavosto della Fondazione Agnelli, è che i ragazzi in 5° superiore si annoiano e vorrebbero andare all’estero e invece sono lì bloccati. È li che bisogna intervenire allora.
D’altronde come direbbe Grillo “in Germania già lo fanno”. Gli ultimi a passare da 13 a 12 anni di scuola sono stati proprio i tedeschi che nei loro Land hanno avviato in ordine più o meno sparso la riforma del Gymnasium (medie + superiori) accorciandone la durata di un anno.

Superiori più brevi di un anno! E tu, sei d’accordo?