L’Italiano per la scuola Media: continua l’aggiornamento

19 Dec 2018

italiano per la scuola media

L’Italiano per la scuola Media: un continuo work in progress. Ma perché l’italiano? La conoscenza della lingua è una competenza fondamentale per comprendere, pensare, comunicare ed è la base di tutte le altre competenze.

L’italiano è la lingua che parliamo ogni giorno. Ma siamo sicuri di conoscerla bene? Qual è il senso di studiare Italiano a scuola? Conoscere i segni del nostro alfabeto e i suoni che rappresentano, saperli confrontare con quelli di altre lingue, scrivere correttamente rispettando le regole dell’ortografia, usare tutte le parti del discorso per costruire frasi di senso compiuto, essere capaci di dare forma ai nostri pensieri e di comprendere quelli degli altri… Sono tutte abilità che ci serviranno nella vita, non solo in classe, e imparare a leggere e scrivere è un’avventura che continua ben oltre la prima elementare!

Fonologia e ortografia

La lingua italiana è fatta di suoni: dobbiamo conoscerli per parlare correttamente e dobbiamo imparare a indicarli con i segni grafici giusti per scrivere senza errori. Di questo si occupano la Fonologia e l’Ortografia, che tra grafemi, accenti, apostrofi e segni di interpunzione ci svelano i segreti dell’italiano, il “codice” che ci permette di comunicare facendoci capire dagli altri.

Morfologia

Da un insieme di simboli finalmente arriviamo alle parole e allo studio della loro forma. Sono nove le parti del discorso dell’italiano, cinque variabili, perché modificano la loro desinenza in base al genere, al numero, alla persona, al modo e al tempo, e quattro invariabili, che non cambiano mai. Sono l’articolo, il nome, l’aggettivo, il pronome, il verbo, l’avverbio, l’esclamazione, la preposizione e la congiunzione. Scoprile tutte nella sezione di Redooc dedicata alla Morfologia, ricca di schemi, mappe mentali ed esercizi interattivi spiegati.

Sintassi

Le parole sono come le tessere di un mosaico, che si incastrano e si combinano per formare un disegno complessivo che va ben oltre la somma dei singoli pezzi: la frase. È proprio questo l’oggetto di studio della Sintassi, che esamina la funzione dei vari elementi all’interno della frase semplice e l’organizzazione delle frasi all’interno del periodo.

Semantica

Ma forma e funzione non bastano: le parole hanno anche, e soprattutto, un significato. In fondo è questa la funzione del linguaggio, permetterci di comunicare e di trasmettere messaggi di senso compiuto. Per farlo è importante usare un lessico il più possibile ricco e variato, che ci consenta di scegliere sempre le parole giuste in ogni situazione.

Lettura e scrittura

E così, allargando ancora l’orizzonte oltre i confini della frase, si arriva al testo. Non deve essere per forza un romanzo o una poesia, anche un messaggio, una mail e persino un tweet sono testi interessanti da analizzare. Bisogna imparare a comprenderli, perché la funzione di un testo è proprio quella di comunicare qualcosa a chi lo legge. E bisogna anche imparare a scriverli, tenendo conto delle caratteristiche specifiche dei diversi tipi di testo, del destinatario e del contesto di utilizzo.

Latino

Il tutto senza dimenticare le origini della nostra lingua e della nostra cultura. Il Latino è la lingua madre dell’italiano ed è più vivo di quanto si pensi. Nelle parole che usiamo ogni giorno senza renderci conto della loro derivazione dal latino e nel nostro modo di pensare, influenzato da secoli di dominio romano. Dare la caccia all’etimologia di un termine o fare una versione di latino non è poi tanto diverso da risolvere un problema di matematica. Logica, ragionamento e problem solving, le abilità richieste sono le stesse, tutte estremamente utili anche nel mondo del lavoro.

Insomma non ci resta che allenarle e svilupparle con la nuova sezione di Italiano per le Medie! Scopri le prime lezioni online e resta sempre aggiornato sulle novità di Redooc: i contenuti sono in continuo ampliamento, provare per credere!

Saldi con Carta del docente e 18App
Saldi con Carta del docente e 18App