La matematica di Redooc: M.C.D. e m.c.m. tra monomi 30 dic 2015

redooc MCD mcm monomi

Stai cercando di capire che cosa vuol dire M.C.D. e cosa indica la sigla m.c.m.? sei nel posto giusto!

Il M.C.D. è il Massimo Comune Divisore, si scrive tutto maiuscolo proprio perché è il massimo.
Il m.c.m. invece è il minimo comune multiplo, si scrive minuscolo perché è il minimo.

In questa video lezione sul Massimo Comune Divisore e il minimo comune multiplo tra monomi impari:

  • M.C.D tra monomi
  • m.c.m. fra monomi

Più avanti vedremo anche il M.C.D. (Massimo Comune Divisore) e m.c.m. (minimo comune multiplo) tra polinomi.

M.C.D. fra monomi

Il Massimo Comune Divisore (M.C.D.) fra due o più monomi è un monomio che ha per:

  • coefficiente: il M.C.D. dei coefficienti (quando il coefficiente non è indicato è 1). Se i coefficienti non sono tutti interi vale 1
  • parte letterale: le lettere comuni a tutti i monomi, ognuna presa una sola volta e con l’esponente minimo

m.c.m. fra monomi

Il minimo comune multiplo (m.c.m.) fra due o più monomi è un monomio che ha per:

  • coefficiente: il m.c.m. dei coefficienti (quando il coefficiente non è indicato è 1). Se i coefficienti non sono tutti interi vale 1
  • parte letterale: le lettere tutte (comuni e non comuni), ognuna presa una volta sola con il massimo esponente

Curiosi di capire il perché dell’immagine? Guardate il video! 

Curioso di imparare di più?Gioca con gli esercizi di Redooc!