La Prima Rivoluzione Industriale: contesto, invenzioni e conseguenze

La Prima Rivoluzione Industriale è avvenuta in Inghilterra tra la fine del Settecento e la metà dell'Ottocento.

L'invenzione della macchina a vapore ne è il simbolo e la nascita delle fabbriche la principale conseguenza.

Appunti

Il termine “rivoluzione industriale” si riferisce a un lungo processo durato circa un secolo in cui si possono distinguere due rivoluzioni industriali: la prima avvenuta in Inghilterra tra la fine del Settecento e la metà del secolo successivo, la seconda tra la fine dell’Ottocento e il primo Novecento.

Questo processo termina con l’effettivo passaggio da un sistema agricolo a uno di natura economica, fondato, appunto, sull’industria.

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Mappa mentale della Prima Rivoluzione Industriale: contesto, invenzioni e conseguenze

Mappa mentale della Prima Rivoluzione Industriale: contesto, invenzioni e conseguenze

Fabbriche e operai

Video youtube

Una delle principali conseguenze della Prima Rivoluzione Industriale è la nuova organizzazione lavorativa determinata dalla nascita delle fabbriche: se fino quel momento le attività si svolgevano principalmente nelle botteghe artigiane, oppure direttamente nelle proprie abitazioni, ora il lavoratore diventa un operaio, costretto ad abbandonare definitivamente l’attività agricola, trasferendosi in città.

Svolge mansioni frammentarie e parziali, secondo una precisa divisione del lavoro che mira a massimizzare la produzione, senza alcun riguardo nei confronti del lavoratore, costretto a riprodurre all'infinito lo stesso movimento come se fosse una macchina. 

Puoi ripassare i concetti chiave della Prima Rivoluzione Industriale nel video del Prof. Enrico Galiano su Rai Play.

Stampa la mappa della Prima Rivoluzione Industriale

Stampa la mappa della Prima Rivoluzione Industriale