Ermetismo

L'Ermetismo è una corrente letteraria che prende il nome da Ermes, dio delle scienze occulte, per sottolineare l'oscurità di questa poesia, misteriosa, essenziale e di difficile interpretazione.

Appunti

La poesia ermetica è "chiusa", volutamente complessa, evocativa, sul modello del Simbolismo francese dell'Ottocento. Ungaretti ne è un anticipatore e Quasimodo il maggior rappresentante.

Mette al centro l'interiorità del poeta, il disagio dell'uomo moderno che vive in un mondo segnato dalle guerre e dalle dittature.

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Prerequisiti per studiare l'Ermetismo

Per studiare l'Ermetismo è necessario conoscere Ungaretti.

Mappa mentale dell'Ermetismo

L'Ermetismo eredita dal Simbolismo l'idea di una poesia evocativa, che usa un linguaggio simbolico e analogico per esprimere significati nascosti. La ricerca dell'essenzialità si riflette nella scelta di parole precise e anche gli spazi bianchi e i silenzi diventano importanti.

Giuseppe Ungaretti anticipa alcune caratteristiche della poesia ermetica e Salvatore Quasimodo ne è il maggior rappresentante.

A questa corrente letteraria si contrappone una poesia più semplice e chiara, come quella di Umberto Saba.

Per stampare la mappa mentale, vai in fondo alla lezione.

Quasimodo

Salvatore Quasimodo è il maggior rappresentante della corrente dell'Ermetismo, vincitore del premio Nobel per la Letteratura nel 1959.

Le sue raccolte più importanti sono Oboe sommerso, pubblicata nel 1932, e Ed è subito sera, che si apre con l'omonima poesia composta di soli tre versi. In questo componimento Quasimodo esprime la solitudine dell'uomo e la brevità della vita.

Nella scheda trovi la poesia di Quasimodo insieme a Sera di febbraio di Umberto Saba, in cui la morte è vista come unica consolazione all'angoscia di vivere.

Per stampare la scheda, scarica il pdf qui:

Stampa la mappa dell'Ermetismo

Per stampare la mappa con le informazioni principali sull'Ermetismo, scarica il pdf in bianco e nero qui: