Repubblica e Costituzione

Scopri gli eventi dal 1943 al 1948 che portano alla nascita della Repubblica e all'entrata in vigore della Costituzione. Dalla caduta del fascismo alla resitenza partigiana fino ad arrivare al Referendum del 2 giugno 1946, che sancisce il passaggio dalla monarchia alla repubblica, e alla Costituzione del 1948.

Appunti

La nascita della Repubblica e l'entrata in vigore della Costituzione sono la risposta al ventennio fascista e l'inizio della stagione delle libertà riconquistate, dei diritti al pluralismo e del riconoscimento dei valori democratici. 

Gli anni Quaranta del secolo scorso rappresentano per la storia d’Italia un periodo davvero cruciale, di svolta. Dopo due anni di guerra civile, tra l’8 settembre 1943 e l'aprile del 1945, combattuta e vinta dalle bande partigiane contro l’esercito della cosiddetta Repubblica di Salò, gli italiani si liberano dal nazifascismo, rinunciano per sempre alla forma monarchica in luogo di quella repubblicana, abbracciano la democrazia e la pace, riconoscono finalmente il voto alle donne e scrivono la Costituzione della Repubblica italiana i cui 12 articoli fondamentali mantengono ancor oggi intatta la loro forza fondativa e regolativa.

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Mappa mentale su Repubblica e Costituzione

Mappa mentale su Repubblica e Costituzione

Il 25 aprile: Anniversario della Liberazione d'Italia

Video youtube

Il 25 aprile, giorno in cui Milano fu liberata dai nazifascisti, è stato scelto come data simbolo per festeggiare l'Anniversario della Liberazione d'Italia. La Festa è stata istituita nel 1946 e prevede l'omaggio del Presidente della Repubblica alla tomba del Milite Ignoto, militare italiano di identità sconosciuta morto nella Prima Guerra Mondiale che è divenuto simbolo di tutti i caduti e i dispersi in guerra italiani. Una corona di alloro viene deposta sulla tomba che si trova all'Altare della Patria al Vittoriano sotto la statua della dea Roma.

Spesso nei festeggiamenti viene intonata la canzone Bella ciao, diventata il simbolo della lotta e della resistenza italiana contro il nazifascismo. Il brano, in realtà, ha un'origine incerta, forse legata a un canto popolare delle mondine o ispirata a una ballata francese del Cinquecento, e si è diffuso soprattutto nel dopoguerra come inno alla libertà contro l'invasore. Questa canzone è conosciuta in tutto il mondo e, recentemente, è persino stata citata all’interno de La casa di carta, una serie tv spagnola di grande successo, dove viene esplicitamente fatto riferimento alla resistenza partigiana italiana.

La Costituzione: articolo 3

La Costituzione: articolo 3

Stampa la mappa su Repubblica e Costituzione

Stampa la mappa su Repubblica e Costituzione