Lotte tra Guelfi e Ghibellini

I Guelfi sono i sostenitori del Papa: l’ordine e i valori che devono regnare nel mondo sono espressi dalla sua autorità e messi in atto dalla Chiesa.

I Ghibellini, invece, sono i sostenitori dell’Imperatore. Solo il potere temporale, lo Stato, ha la capacità di regolare le vicende umane, ordinando ciò che è caotico e assicurando così la convivenza civile a Firenze, in Italia e in tutta Europa.

Appunti

Dante è un sostenitore del Papa, dunque un Guelfo. Ma quando il suo partito prende il potere in Firenze e scaccia in esilio i Ghibellini, anch’esso si divide in due correnti per via di ragioni principalmente economiche: i bianchi e i neri. Dante è un Guelfo bianco ma la sua corrente perde questa lotta intestina e, come gli odiati nemici Ghibellini, anch’egli deve scegliere tra la morte o l’esilio, scegliendo di riparare inizialmente a Bologna.

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Mappa mentale sulle lotte tra Guelfi e Ghibellini

Mappa mentale sulle lotte tra Guelfi e Ghibellini

L'esilio di Dante

L'esilio di Dante

La tomba di Dante

La tomba di Dante

Stampa la mappa sulle lotte tra Guelfi e Ghibellini

Stampa la mappa sulle lotte tra Guelfi e Ghibellini