Come funziona il piano cartesiano?

Prendiamo due rette perpendicolari, una orizzontale, che chiamiamo £$x$£ (asse delle ascisse) e una verticale, che chiamiamo £$y$£ (asse delle ordinate). Chiamiamo il punto in cui si incontrano origine: è il punto £$O$£ a partire dal quale numeriamo le due rette. L'origine corrisponde allo £$ 0 $£; andando verso destra e verso l'alto numeriamo le rette in ordine crescente con i numeri positivi; andando verso sinistra e verso il basso, numeriamo le rette in ordine decrescente con i numeri negativi. Quello che abbiamo creato è un sistema di riferimento cartesiano, infatti è possibile individuare ogni punto facendo riferimento ai numeri scritti sulle rette.

Grazie a questo sistema di riferimento, ogni punto è individuato da due coordinate. Un punto £$ P $£ ha coordinate £$ P(x; y) $£: il primo indica la sua posizione rispetto all'asse £$ x $£, il secondo numero invece, indica la posizione rispetto all'asse £$ y $£. Per trovare le coordinate di un punto £$ P $£ sul piano, immagina di tracciare due rette perpendicolari che si intersecano proprio in quel punto e guarda in corrispondenza di quale numero tagliano gli assi cartesiani.

Esempio: osserva il disegno e prova a trovare le coordinate del tesoro!