Formule chimiche e nomenclatura

Con IUPAC si intende International Union of Pure and Applied Chemistry ovvero l’Unione internazionale di chimica pura e applicata, che si occupa di standardizzare la nomenclatura chimica.

Con IUPAC si intende International Union of Pure and Applied Chemistry ovvero l’Unione internazionale di chimica pura e applicata. 

IUPAC è un’organizzazione non governativa internazionale che si dedica al progresso della chimica ed è stata fondata a Londra nel 1919. La sede internazionale si trova a Zurigo, in Svizzera.

IUPAC si occupa di standardizzare la nomenclatura chimica. Queste regole semplificano l’individuazione del nome del composto a partire dalla formula, e la ricerca della formula a partire dal nome. 

Nonostante la nomenclatura ufficiale molti composti, quelli più comuni, si nominano in modo tradizionale.

Ad esempio CO2 sarebbe l’anidride carbonica, ma per IUPAC è il diossido di carbonio.

Ma facciamo un passo alla volta e addentriamoci nel mondo della chimica organica.

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Le formule chimiche

Una molecola può contenere due atomi oppure molti di più. Ecco perché esiste la necessità di saperle rappresentare utilizzando le formule.

Le formule chimiche possono essere:

Formule GREZZE in cui si indicano i simboli di cui è composta la molecola inserendo il numero corrispondente agli atomi che la compongono.

Ad esempio quando si indica l’acqua con la formula H2O capiamo che esistono due atomi di idrogeno e un atomo di ossigeno.
Oppure se vogliamo indicare l’ idrossido di calcio con la formula Ca(OH)2 capiamo che ossigeno e idrogeno sono formati da due atomi mentre il calcio da un solo atomo.

Formule DI STRUTTURA in cui oltre agli atomi che compongono la molecola vengono indicati i tipi di legami (singoli, doppi o tripli).

Ad esempio l’acqua si indicherà con la formula H-O-H, mentre l’acido cloridrico si indicherà con la formula O=Cl-O-H dove si può notare che il cloro ha un doppio legame con un atomo di ossigeno e un legame singolo con il secondo atomo di ossigeno.

 

La denominazione dei composti

IUPAC è un’ organizzazione internazionale che si occupa di standardizzare le nomenclature chimiche.

I composti chimici più comuni sono formati da ossigeno e un metallo e sono detti ossidi basici, mentre quelli formati da ossigeno e un non metallo sono detti ossidi acidi.

Facendo reagire con acqua gli ossidi basici si ottengono gli idrossidi che sono formati da un metallo seguito dal gruppo OH.

Facendo reagire con acqua gli ossidi acidi si ottengono gli ossoacidi (o acidi) e sono formati da un atomo di idrogeno seguito da un non metallo e poi da ossigeno. Gli idrossidi messi a contatto con gli acidi reagiscono e alla fine si otterrà un sale più acqua.

L’ossido idrato di ferro (o ruggine) si forma per ossidazione del ferro esposto all’umidità atmosferica.

Gli acidi che non contengono ossigeno sono chiamati acidi binari o idracidi e nella formula si scrive prima l’idrogeno poi il non metallo.

Ci sono anche i Sali binari o idruri e si scrivono indicando prima il metallo e poi il non metallo.

 

Tabella delle denominazioni dei composti

Tabella delle denominazioni dei composti

Acidi e Basi

Acidi e Basi

Composti chimici nella quotidianità

Composti chimici nella quotidianità
#BuoniPropositi2021 - Tutti i contenuti Redooc dalla Primaria all'Università per 6 mesi a 50,00€
#BuoniPropositi2021 - Tutti i contenuti Redooc dalla Primaria all'Università per 6 mesi a 50,00€