L'evoluzione

Con il termine evoluzione si intendono i cambiamenti che avvengono negli anni, nei secoli e addirittura nei millenni negli organismi, ma anche negli ambienti.

Appunti

Di seguito affronteremo le diverse teorie più o meno fondate che hanno fatto biologi e naturalisti nel passato fino a studiare ciò che alcuni di noi danno per scontato, ma che in realtà sono importanti scoperte, come la teoria evoluzionistica di Darwin e i processi di speciazione.

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Creazionismo, fissismo e trasformismo

Il creazionismo è un’idea che permase per molti secoli nella cultura occidentale secondo la quale ogni specie fu creata da Dio e quindi perfetta e immutabile.

Carl Nilsson Linnaeus (Carlo Linneo in italiano 1707-1778) formulò la teoria del fissismo nel suo libro “Systema naturae” (1735). Secondo questa concezione le specie animali e vegetali sono immutabili e non evolvono nelle generazioni successive.

A Linneo si deve anche l’attribuzione di un doppio nome in latino a ciascun organismo (nomenclatura binomiale), sistema tuttora in uso nel mondo scientifico.

Tra la fine del Settecento e i primi anni dell’Ottocento però si instaurarono le prime idee trasformiste, secondo le quali i cambiamenti di specie erano possibili e associabili all’ interazione degli organismi con l’ambiente in cui vivevano.

Il termine trasformismo venne sostituito negli anni dalla teoria dell'evoluzione di Lamarck in seguito superata dalla teoria dell’evoluzione di Charles Darwin (1809-1882).

 

La prima teoria evoluzionista di Lamarck

La prima teoria evoluzionista di Lamarck

La teoria evoluzionista di Darwin

La teoria evoluzionista di Darwin

Le prove dell’evoluzione

Le prove dell’evoluzione

L’origine di nuove specie

L’origine di nuove specie