La Luna

La Luna è il satellite più grande del Sistema Solare molto vicino alla Terra caratterizzata da zone pianeggianti scure dette mari e da zone più chiare chiamate altopiani.

Appunti

La Luna è il satellite più grande del Sistema Solare molto vicino alla Terra caratterizzata da zone pianeggianti scure dette mari e da zone più chiare chiamate altopiani.

I movimenti principali della Luna sono la rotazione e la rivoluzione. La Luna insieme alla Terra compie un moto di traslazione intorno al Sole.

Le diverse forme che assume la Luna agli occhi dell’osservatore terrestre si dicono fasi lunari che osservate dalla Terra sono spiegabili come conseguenze del moto di rivoluzione che la Luna compie intorno alla Terra.

Il punto dell’orbita in cui la Luna raggiunge la massima distanza dalla Terra è detto apogeo, mentre quello di minima distanza è detto perigeo.



Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Prerequisiti per imparare la luna

I satelliti

Si dice satellite naturale qualsiasi corpo celeste che orbita attorno ad un corpo diverso da una stella.

Nel sistema solare si conoscono oltre centocinquanta satelliti naturali.

Saturno, Urano e Giove sono i pianeti con più satelliti, mentre il pianeta Terra ne possiede solamente uno e Marte ne possiede due.

Il satellite della Terra è la Luna, i satelliti  di Marte sono Fobos e  Deimos, Plutone possiede cinque satelliti e Saturno ha come satelliti Teti, Encelado, Mimas, Dione, Iperione e molto altri.

La maggior parte dei satelliti del sistema solare esterno sono asteroidi catturati dalla forza di gravità del loro pianeta oppure sono frammenti di corpi più grandi distrutti da un impatto con meteoriti.

 

Credits Immagine: Giuseppe Donatiello, CC0, via Wikimedia Commons

Caratteristiche della luna

La Luna ha una forza di gravità bassa rispetto a quella terra (circa 1/6) e per questo è priva di atmosfera.

L’assenza di atmosfera ha come conseguenze principali:

  • La mancanza del ciclo dell’acqua e quindi di agenti atmosferici che modellano le rocce;
  • Numerosi crateri dati da meteoriti che colpiscono il suolo perché non vengono distrutti dall’attrito dei gas atmosferici come accade alla Terra;
  • Una forte escursione termica tra il dì e la notte (di 250°C) infatti durante il giorno le temperature arrivano anche a 100°C mentre la notte scendono a -150°C;
  • Assenza di aurore e crepuscoli con conseguente passaggio immediato da luce a buio in quanto i gas atmosferici diffondono la luce solare.

Strutture della Luna

Sulla luna troviamo:

  • I MARI sono zone pianeggianti scure, riempimento di cavità crateriche da parte di lave scure interne al satellite. Sono concentrati sulla faccia rivolta verso la Terra e occupano il 20% della superficie lunare;
  • GLI ALTOPIANI e le catene montuose sono zone chiare ricche di crateri;
  • I CRATERI sono prodotti dall’impatto con meteoriti. 

Credits Immagine: Lunar Reconnaissance Orbiter Team, Public domain, via Wikimedia Commons

I moti della luna

La luna è caratterizzata da tre differenti moti:

  • MOTO DI ROTAZIONE intorno al proprio asse, con durata uguale al moto di rivoluzione attorno alla Terra;
  • MOTO DI RIVOLUZIONE attorno alla Terra su un'orbita ellittica con durata variabile rispetto al suo punto di riferimento. La minima distanza dalla Terra è detta perigeo mentre la massima distanza dalla Terra è detta apogeo;
  • MOTO DI TRASLAZIONE svolto insieme alla Terra attorno al Sole.

Le fasi della luna

Le diverse forme che assume la Luna agli occhi di un osservatore sulla Terra si dicono fasi lunari. Le fasi lunari sono la conseguenza del moto di rivoluzione della Luna attorno alla Terra e si possono dividere in:

  • LUNA NUOVA è la fase iniziale del ciclo in cui la Luna non è visibile dalla Terra;
  • PRIMO QUARTO è la fase a cui si arriva dopo 7 giorni e in cui la Luna è illuminata per metà. 
  • LUNA PIENA è la fase in cui si ha una visione completa della Luna;
  • ULTIMO QUARTO è la fase finale in cui la visione della Luna si riduce fino ad arrivare alla successiva fase di Luna nuova. Anche questa fase dura 7 giorni.

Origine della Luna

Nella storia sono state fatte numerose ipotesi riguardo l’origine della Luna, vediamone alcuni esempi:

  • Anassagora, filosofo greco che nel 455 a.C. sostenne che si trattasse di un globo roccioso staccatosi dalla Terra;
  • Edouard Roche, astronomo francese che nel 1873 propose la teoria della creazione binaria secondo la quale terra e Luna si sarebbero create contemporaneamente e con gli stessi materiali (noi oggi sappiamo che non è così);
  • Thomas Jefferson Jackson See, astronomo statunitense che nel 1909 propose la teoria della cattura secondo la quale la Luna fu catturata dalla gravità della Terra;
  • William Hartmann, astronomo americano che nel 1964 propose la teoria dell’impatto gigante secondo la quale la Terra si scontrò con un Theia, un pianeta simile a Marte, che innescò la rotazione terrestre. L’energia dell’impatto avrebbe permesso la formazione della Luna per ricondensazione di frammenti e vapori di roccia.

Purtroppo l’ultima ipotesi, ovvero la più verosimile, non ha ad oggi prove della sua veridicità e siamo ancora in attesa di una conferma.

Recenti studi sul territorio lunare hanno però confermato che più ci si addentra nel sottosuolo lunare a meno la composizione è simile a quella terrestre.

 

Credits Immagine: Gregory H. Revera, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Eclissi Lunari

Un’eclissi lunare avviene quando la Luna è allineata con la Terra e il Sole, consiste nell’oscuramento di uno dei due corpi celesti da parte di quello che si trova davanti al Sole.

Si ha un’eclisse di Sole se la Luna è posizionata tra la Terra e il Sole, nascondendo la vista della stella. 

Si ha un’eclisse di Luna se la Terra si interpone tra Sole e Luna, proiettando su quest’ultima la sua ombra.

Le eclissi lunari possono essere:

  • TOTALI quando la Luna transita completamente attraverso l'ombra della Terra. La Luna attraversa prima la penombra, poi l'ombra e infine, dopo esserne uscita, attraversa di nuovo la penombra;
  • PARZIALI la Luna non è abbastanza vicina all'eclittica da poter transitare per l'intera ombra terrestre, quindi viene occultata solo in parte mostrando un profilo falcato;
  • PENOMBRALI quando la Luna transita per la penombra della Terra, senza essere occultata dall'ombra.

Credits Immagine: Jarosław Jasiński, CC0, via Wikimedia Commons