Il mese delle STEM: intervista a Anna Paola Ionna

30 mar 2016

Anna Paola Ionna

Il Mese delle STEM continua! Oggi abbiamo il piacere di intervistare Anna Paola Ionna. Ecco un altro appuntamento della rubrica “Le studentesse vogliono contare”, dove proponiamo una serie di interviste per offrire a tutte le studentesse esempi di leadership al femminile e del rapporto con le materie STEM a scuola, nel lavoro e nel quotidiano.

Questa intervista è contenuta nel libro “Le ragazze con il pallino per la matematica“.

Anna Paola Ionna si presenta così:

Nata e cresciuta ad Ascoli Piceno dove ha frequentato il Liceo Scientifico “Orsini”, si è trasferita a Milano per frequentare l’Università Bocconi e non ha più lasciato il capoluogo lombardo. Ha ricoperto ruoli di responsabilità presso banche internazionali, all’epoca dell’intervista lavora nell’ambito della consulenza.

Il mese delle STEM – Le studentesse vogliono contare: intervista a Anna Paola Ionna

Quale Liceo hai scelto?

Ho scelto il Liceo Scientifico perché mi sembrava il più completo come offerta formativa.

Quale era la tua materia preferita al Liceo? 

In realtà avevo 3 materie preferite: letteratura italiana, matematica e inglese.

Quale Università hai frequentato e perché?

Ho frequentato l’Università Bocconi, specializzazione “Intermediari e mercati finanziari”, con una tesi di laurea sui “Mercati finanziari internazionali”. Provenendo da una città di provincia, sentivo il bisogno di studiare in una città con un’ampia offerta culturale, in grado di offrirmi un lavoro interessante e darmi l’opportunità di vivere in un contesto internazionale.

Se potessi tornare indietro nel tempo, chi vorresti conoscere?

Marie Curie, una donna eccezionale, vincitrice di due premi Nobel, che mi ha sempre affascinato.  

Chi ti ha ispirato e guidato nella tua carriera?

Mi sono lasciata ispirare da quelli che hanno valorizzato meglio le mie qualità, insegnandomi a saper cogliere, naturalmente laddove esistenti, le qualità delle persone, e a valorizzarle. Un bravo capo è colui che riesce a cogliere e a valorizzare il talento dei propri collaboratori, consapevole che il lavoro di squadra porta al successo di tutto il team. Purtroppo non tutti la pensano cosi e distruggono valore….

Una frase che non sopporti?

Sentire l’affermazione “Invidio quella persona”, l’invidia è un sentimento che non accetto. E’ giusto e doveroso confrontarsi con gli altri ma per trarne spunti di miglioramento non per alimentare sentimenti negativi.

Una frase che ripeti spesso?

Coraggio, andiamo avanti

Quanto hanno contribuito le tue conoscenze logico – matematiche nella tua carriera?

Direi molto, gli amici sostengono che io abbia un “approccio matematico” nell’affrontare le situazioni.

Cosa fare per scoraggiare il fenomeno degli stereotipi di genere?

Andare avanti per la propria strada, nel lungo periodo paga sempre.

Oggi fra i giovani la paura più grande è non riuscire a realizzarsi. Qual è il tuo consiglio?

Avere sempre un obiettivo e lavorare per raggiungerlo.

Cos’è il successo per te?

Essere soddisfatti di quello che si è costruito per sé e per coloro a cui vuoi o hai voluto bene.

Grazie Anna Paola! 
Hai voglia di metterti in gioco? Scopri il primo Math Hackathon d’Italia! 
Per “Il Mese delle STEM”  (Science, Technology, Engineering e Mathematics) Redooc lancia il primo Math Hackathon for Girls italiano, perché “Nessuna nasce negata per la matematica!”. Qui la landing page Redooc per la registrazione.
Sei interessata alle altre interviste? le trovi qui.
#ScuolaACasa - la scuola è chiusa? Studia da casa!
#ScuolaACasa - la scuola è chiusa? Studia da casa!