Il mese delle STEM: intervista a Barbara Ravera

1 Apr 2016

Barbara Ravera

Intervista a Barbara Ravera per il Mese delle STEM. Durante il Mese delle STEM intervistiamo donne con un diverso rapporto con le materie STEM a scuola, nel lavoro e nel quotidiano. Ecco con un altro appuntamento con “Le studentesse vogliono contare”, la rubrica speciale in cui proponiamo una serie di interviste per offrire alle studentesse esempi di leadership al femminile.

Questa intervista è contenuta nel libro “Le ragazze con il pallino per la matematica“.

Barbara Ravera si descrive così:
Sono nata 41 anni fa a Cuneo. Dopo il Liceo Scientifico e il Politecnico di Torino, mi sono traferita a Milano attratta dall’opportunità di una delle molte nuove start up internet nate nel 2000.   Nei primi mesi del 2001 ho avuto l’occasione di entrare in H3G dove per circa 8 anni ho svolto il ruolo di Program Manager su progetti via via più complessi. Nel 2009 ho deciso di prendere parte all’organizzazione del grande evento Expo Milano 2015 dove, dopo alcuni anni di attività di pianificazione e controllo, ho assunto la responsabilità di gestione delle aziende private partner dell’evento. Nei primi giorni di marzo di quest’anno ho terminato la mia esperienza in Expo e sono entrata nella società di consulenza BIP. Dimenticavo la cosa più importante… mamma di due splendidi bambini, Martino e Pietro e moglie di un paziente marito, Matteo!

Intervista a Barbara Ravera:

Quale Liceo hai scelto?

Ho scelto il liceo Scientifico.

Quale era la tua materia preferita al Liceo?

Senza dubbio matematica, ma anche fisica e scienze.

Quale Università hai frequentato e perché?

Ho frequentato Ingegneria Gestionale al Politecnico di Torino perché oltre alle materie tipiche di ingegneria che amavo, vi erano anche quelle di economia, diritto e gestione d’azienda che hanno completato la mia formazione.

Se potessi tornare indietro nel tempo, chi vorresti conoscere?

Leonardo Da Vinci.

Chi ti ha ispirato e guidato nella tua carriera?

Premetto che non ho mai lavorato con l’obiettivo di far carriera, non è un approccio che mi appartiene! Nel mio percorso professionale ho sempre cercato di perseguire i valori dell’onestà, dell’impegno e del rispetto degli altri, valori che mi sono stati trasmessi dai miei genitori.

Una frase che non sopporti?

Il problema è ….”. Nel lavoro, non si affrontano gli imprevisti come problemi che ostacolano, ma come soluzioni alternative da individuare!

Una frase che ripeti spesso?

“Forza e coraggio, che la vita è un passaggio!” Ispirata dalla mia nonna novantenne che sempre mi ripeteva questa frase in tutte le volte in cui ci si presentava qualche difficoltà.

Quanto hanno contribuito le tue conoscenze logico – matematiche nella tua carriera?

Mi hanno permesso di arrivare con la logica laddove le competenze specifiche o le precedenti esperienze non erano sufficienti.

Cosa fare per scoraggiare il fenomeno degli stereotipi di genere?

Non dar adito agli stereotipi ci può permettere di ridurre la loro importanza. La normalità non ha genere, la bravura nemmeno.

Oggi fra i giovani la paura più grande è non riuscire a realizzarsi. Qual è il tuo consiglio?

Il mio consiglio è di far bene in tutte le occasioni che capitano: nella scuola, nelle piccole collaborazioni lavorative, in eventuali attività di volontariato e in generale con le persone con cui si viene a contatto. Il passaparola tra coloro che hanno avuto modo di apprezzare il tuo atteggiamento verso qualsiasi cosa ti sia stato chiesto di fare ti aiuterà a crearti opportunità anche nel lavoro.

Cos’è il successo per te?

La serenità.

Grazie Barbara!

Se ti è piaciuta l’intervista a Barbara Ravera, leggi le altre qui.

Hai voglia di metterti in gioco? Scopri il primo Math Hackathon d’Italia! 
Per “Il Mese delle STEM”  (Science, Technology, Engineering e Mathematics) Redooc lancia il primo Math Hackathon for Girls italiano, perché “Nessuna nasce negata per la matematica!”. Redooc offre 3 mesi gratuiti di Premium Superiori. Qui la landing page Redooc per la registrazione.

Le interviste de “Il mese delle STEM” le trovate qui.

A Natale regala Redooc