Perseverate in matematica, con impegno e volontà! 10 giu 2014

foto francesca giannone def

Oggi prendiamo un caffè (con matematica) con Francesca Giannone, che si presenta così:

Francesca Giannone,
Ho 41 anni, ho lavorato nel settore finanziario per 17 anni e da poco più di un anno sono approdata in Poste Italiane.  Mi sono laureata in Economia e Commercio, dopo aver frequentato il Liceo Scientifico. Dopo una lunga esperienza in banca, ho lavorato in un gruppo finanziario che opera nel settore del private equity e nella gestione dei fondi immobiliari; sono stata membro di diversi Consigli di Amministrazione. Oggi in Poste Italiane sono Assistente Esecutivo dell’Amministratore delegato.
Vivo a Roma, sono sposata e mamma di due adorabili pesti.

Questa intervista è contenuta nel libro “Le ragazze con il pallino per la matematica“.

La tua materia preferita al liceo era… Le mie materie preferite erano la matematica e la chimica, entrambe con la caratteristica di educare alla nitidezza del ragionamento e alla precisione.

La matematica al liceo per te era… Dopo la scuola trascorrevo la maggior parte del pomeriggio a studiare matematica. Preferivo fare gli esercizi di matematica piuttosto che ripetere a voce alta paragrafi di letteratura o di storia..

Al tuo Prof. di matematica vorresti dire… Vorrei rimproverarlo. Purtroppo al biennio ho avuto un professore troppo spesso assente che, alla fine dell’anno, correva per chiudere il programma, senza preoccuparsi di quegli studenti che non riuscivano a seguirlo.

Adesso per te la matematica è… La matematica è uno strumento di lavoro ma soprattutto una chiave di comprensione della realtà.

L’ultima volta che hai usato la matematica è… Questa mattina, ho calcolato il carico contributivo e fiscale da applicare all’emolumento del Presidente di una delle società controllate.

La volta che la matematica ti ha stupito … Dopo aver conseguito la laurea e qualche mese prima di cominciare a lavorare in banca, ho supportato un ragazzo nella preparazione dell’esame di maturità. I genitori mi dissero che era un tipo molto difficile, insicuro, poco volenteroso. Grazie a quelle lezioni di matematica sono riuscita ad entrare in sintonia con lui e a trasmettergli la carica necessaria. E alla fine anche lui era visibilmente soddisfatto quando riusciva a risolvere un quesito.

La volta che ti ha fatto arrabbiare… Sempre all’esame di maturità, ma questa volta al mio. Sarà stata l’emozione, ma non riuscivo a risolvere il problema di geometria e il tempo scorreva…

Un libro di matematica da leggere è… Racconti matematici”, un’antologia curata da Claudio Bartocci che raccoglie racconti di vari autori sulla matematica.

Un consiglio per i ragazzi del liceo… Ai ragazzi direi di non abbattersi di fronte alle difficoltà nell’apprendimento della matematica; con l’impegno e la volontà si possono recuperare tutte le lacune. “Volli, sempre volli, fortissimamente volli”….un incoraggiamento a perseverare per raggiungere la meta.

Grazie Francesca!