Un caffè (matematico) con Alessandra Losito 26 mar 2014

Losito

Fin dall’inizio dell’avventura con Redooc ho parlato tanto con friends&family del loro rapporto con la matematica, più o meno lineare… Oggi iniziamo a condividere le grandi e piccole scoperte che continuiamo a fare quotidianamente. Visto che sono famosa per offrire un caffè alle persone con cui amo chiacchierare… ecco il titolo!

Il nostro primo caffè (matematico) lo prendiamo con Alessandra Losito, che si presenta così:
“Mio padre era un professore di ingegneria aeronautica per cui ho respirato matematica sin da piccola!
Mi sono laureata a Napoli in Economia, ho conseguito un Master in Economia e Finanza e il diploma CFA (Chartered Financial Analyst).
Lavoro in finanza da 17 anni, oggi sono senior private banker presso un’importante banca privata.
Vivo a Roma, sposata e mamma di due bambini.” 

Questa intervista è contenuta nel libro “Le ragazze con il pallino per la matematica“.

Alessandra, cosa era per te la matematica quando andavi a scuola?

Ho frequentato un ottimo liceo scientifico pubblico di Napoli, il Tito Lucrezio Caro. La matematica e la fisica erano materie dominanti nei miei studi quotidiani. All’università ho scelto Economia e poi mi sono specializzata in Finanza.

Quando pensi ai tuoi insegnanti di matematica pensi a …

Ho una forte gratitudine per i miei insegnanti di matematica e filosofia del liceo. Mi hanno trasmesso passione per la logica e curiosità per argomenti, anche complessi. Non mi sono mai scoraggiata quando sentivo altri dire: è troppo difficile!

Cosa è per te la matematica adesso?

La matematica non è un concetto astratto ma è nella natura intorno a noi e in tutto ciò che facciamo. Se taglio una mela in due, sto facendo una frazione!

Hai mai letto un libro di matematica?

Si, l’ultimo è un libro sulle probabilità e sulla psicologia dell’essere umano: Pensieri lenti e veloci, del Nobel Kahneman. Un libro intenso, che cambia il proprio modo di osservare le cose.

Quando è stata l’ultima volta che hai usato la matematica nella vita quotidiana? E nel lavoro?

Tutti i giorni! Lavorando nel campo degli investimenti si usano molti strumenti di matematica e statistica (es. correlazione, regressione, calcolo delle probabilità, ecc.).

Cosa consiglieresti a tuo figlio/a?

Guardandomi intorno, vedo i genitori particolarmente focalizzati sull’inglese. Certo, è importante ma i bambini/ragazzi hanno bisogno soprattutto di contenuti!
La maestra dell’asilo di mia figlia disse: “L’infanzia è come uno zaino che l’adulto porta sulle spalle: se lo riempiamo di cose belle da grandi si potranno avere tutti gli strumenti per affrontare la vita”. E’ una metafora efficace per dire: diamo ai nostri bambini amore, esperienze positive, stimoli e contenuti, anche di matematica!

Grazie Alessandra!