9 regole per superare il “non lo so fare” negli esercizi di matematica

1 Apr 2016

non-lo-so-fare-matematica-

Quante volte ci siamo trovati davanti ad un esercizio di Matematica che solo a guardarlo ci faceva venire lo sconforto, un senso di frustrazione nel non sapere da dove partire e l’unica cosa che eravamo in grado di dire o pensare era “non lo so fare”?

È risaputo ormai che le difficoltà in Matematica sono legate spesso alla bassa autostima e capacità di metterci alla prova senza imbarazzo, eppure, se da un lato la Matematica può farci sentire incapaci, dall’altro è anche in grado di regalarci grandi emozioni e soddisfazioni: vedere aumentare la difficoltà dei problemi che siamo in grado di risolvere grazie al nostro impegno aumenta la fiducia in noi stessi e ci fa sentire invincibili!

Ecco 9 spunti per superare la fase del “non lo so fare”: del resto, se tutti i problemi fossero facili non sarebbero problemi!

Forza e coraggio e… incomincia l’avventura!

9 regole per superare la fase “non lo so fare”

1. Accantonate l’ansia da prestazione: richiede energie che non possiamo permetterci di disperdere e guardare l’esercizio con rassegnazione rende più difficile la risoluzione! Mai partire a priori pensando di non potercela fare!

2. Trascrivere il testo sul proprio quaderno schematizzando tutte le informazioni che si hanno a disposizione, dividendole in Ipotesi e Tesi: la visione schematica ci permette di focalizzare l’attenzione su quali sono gli obiettivi e avere sottocchio tutte le informazioni che ci servono per cominciare le nostre indagini!

3. Scomporre l’esercizio che si ha davanti in sottoproblemi di più facile risoluzione: che passaggio mi serve per arrivare alla tesi? Come lo dimostro?

4. Partire sempre dagli esercizi più semplici della stessa tipologia ed eventualmente fare un passo indietro agli esercizi base: forse c’è qualcosa che non abbiamo ancora chiaro e, prima di andare avanti, abbiamo bisogno di capire cosa ci sfugge…

5. Mettere penna sul foglio senza imbarazzi: scrivere ci aiuta a riorganizzare le idee, a capire quello che abbiamo e ad avere davanti agli occhi quello che cominciamo, a volte senza saperlo, a formulare nella nostra mente;

6. Elaborare e provare tutte le strategie che vengono in mente…la soluzione non deve essere necessariamente unica!

7. Collaborare con i compagni e confrontare le varie strategie aiuta a capire cosa non ci ha permesso di arrivare alla soluzione…possiamo aver preso una strada più lunga o più complicata ma non necessariamente tutta sbagliata: la prossima volta cambieremo il punto di vista!

8. Una volta risolto, continuare con gli esercizi della stessa tipologia: per diventare bravi anche sui problemi più elaborati, abbiamo bisogno di allenarci a partire da quelli più facili, fin quando non ci sentiremo padroni del gioco!

9. Mettersi alla prova, sempre! Con esercizi ancora più difficili si rafforzano i concetti appresi e i procedimenti eseguiti e…la sfida continua!

Allora che aspetti? Continua ad allenarti con Redooc!
La matematica è come lo sport: più ti alleni, più sudi, più ti diverti!

Ringraziamo Immacolata Garzilli per questo post utilissimo, qui trovate la sua intervista!

Saldi con Carta del docente e 18App
Saldi con Carta del docente e 18App