Idea tesina: sfrutta l’EXPO per la maturità

1 May 2015

EXPO

Probabilmente hai sentito parlare (e non poco) di tutti i numeri – dei ritardi  – che accompagnano l’apertura dell’Expo 2015 di Milano. In classe sicuramente si è parlato della storia delle esposizioni universali, delle loro implicazioni storiche e sociali, i lasciti monumentali, sino alle anticipazioni sulla prossima, a Dubai nel 2020.

Quello che ancora non avevi pensato è sfruttare a tuo vantaggio tutto questo trambusto, per farlo diventare il tuo asso nella manica per l’orale della maturità! ;-)

Trasforma l’esposizione universale nella tua tesina da presentare in sede d’esame.

Il giro del mondo (e delle materie) con l’esposizione universale

Perché non cominciare proprio dalla prima esposizione universale?
Fortemente voluta dalla Regina Vittoria e il Principe Alberto ha avuto sede a Londra, nel 1851.
Se oggi la crisi e le notizie dal mondo del lavoro fanno sembrare questi tempi difficili, ricordati che giusto nel 1854 Charles Dickens parlava proprio di Hard Times. Così, inglese è fatto!

Tuttavia le grandi esposizioni internazionali nascevano proprio dalla volontà di celebrare il progresso, sotto ogni aspetto. Quindi… positivismo! Sono gli sviluppi della scienza nell’800 che portano a questa corrente filosofica: la teoria cellulare e la concezione meccanicistica degli esseri viventi, gli sviluppi della chimica e gli esordi dell’atomismo scientifico, gli sviluppi dell’elettrodinamica e della termodinamica.

FOCUS: 3 consigli utili per preparare la Tesina per la Maturità

L’Esposizione universale del 1889 invece si tenne a Parigi, e l’evento è ricordato in particolare per la costruzione della Torre Eiffel che tutti possiamo ammirare ancora oggi. E di cui puoi parlare anche per il programma di arte ;-) Il famoso monumento parigino potrebbe darti la carica (eheh) per parlare della Legge di Coulomb, quindi spostarti in fisica: la carica elettrica e il principio di conservazione della carica elettrica.

Il tema dell’esposizione universale di New York del 1939 era ‘Costruire il mondo di domani’. Era un’opportunità di rilancio per gli USA dopo i drammatici anni seguiti alla Grande Depressione del 1929 e fu il più importante evento internazionale organizzato dopo la fine della Prima Guerra Mondiale. Due temi che sicuramente hai affrontato nel programma di storia.

FOCUS: Idea tesina: 15 professori che dissero no a Mussolini

Bruxelles 1958: la prima esposizione universale del secondo dopoguerra. L’Atomium è il monumento simbolo che si trova nel parco Heysel, ma non è l’unico. Fra gli episodi salienti dell’esposizione va ricordato il padiglione della Philips, progettato da Le Corbusier. È totalmente basato sulla geometria del paraboloide iperbolico. Ottima occasione per parlare di parabola e iperbole contemporaneamente.
E anche matematica è andata!
Ed eccoci tornati al 2015, l’ultima edizione, tutta milanese. Dato che il tema dell’Expo 2015 è “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”: in italiano potresti portare Giovanni Verga e il Verismo, utilizza la corrente letteraria per ricordare quanti ancora oggi soffrono la fame.
E poi ricorda che Expo Milano 2015 sarà la piattaforma di un confronto di idee e soluzioni condivise sul tema dell’alimentazione, stimolando la creatività dei Paesi a promuovere le innovazioni per un futuro sostenibile.

Saldi con Carta del docente e 18App
Saldi con Carta del docente e 18App