MATURITA’: COME PREPARARE LA TESINA

7 May 2016

tesina

Tra un paio di mesi dovrai affrontare la maturità e non hai ancora scritto la tesinaNon ti preoccupare, maggio è il mese ideale per iniziare. Dopo le tre prove scritte, l’ultimo passo a separarti dall’agognata “libertà” e da un’estate all’insegna del sole, del mare e degli amici, sarà l’esame orale.

Fare una buona tesina significa partire al colloquio con una marcia in più. È il tuo biglietto da visita e ti permette di presentarti alla commissione senza avere l’ansia di andare in crisi facendo scena muta, ma esponendo qualcosa su cui ti sei preparato bene.

Se non hai idea da dove partire prova a seguire questi 5 passaggi e vedrai che con un pizzico di organizzazione e concentrazione in più del solito la tesina sarà scritta in un attimo!

Le 5 fasi per la stesura della tesina di maturità

1) SCEGLI UN ARGOMENTO

Il primo passo è sicuramente la scelta dell’argomento. Pensa a qualcosa che realmente ti piace, sulla base dei tuoi interessi o delle tue conoscenze, e cerca di svilupparlo. Scegli un tema che sia a te congeniale, che ti interessi realmente, senza cercare l’originalità a tutti costi.

Dopo più di dieci anni di tesine trovare un argomento originale è difficile, mentre scrivere di qualcosa che interessa è sicuramente più facile. Sarai in grado di svilupparlo meglio e di interessare così anche la Commissione d’Esame.

2) FAI UNA MAPPA CONCETTUALE

Una volta scelto l’argomento è importante fare un “piano d’azione” su come procedere. Prendi carta e penna e inizia a fare una mappa dei possibili collegamenti dell’argomento scelto con le varie materie.

È molto importante che i collegamenti siano naturali e coerenti, evita quelli improbabili e forzati. Non è necessario che vengano sviluppate tutte le materie, ne bastano poche ma fatte bene.

Un piccolo consiglio? Inserisci la materia che ti piace di meno o che risulta a te più difficile, in modo da riuscire ad esporla a tuo piacimento nel miglior modo possibile, limitando così le domande.  

 

3) INIZIA A SCRIVERE

Completata la mappa è arrivato il fatidico momento di scrivere!

Ricordati di utilizzare un linguaggio semplice, stando attento alla grammatica e alla punteggiatura, sii chiaro e conciso. Non ripeterti ed evita il “copia e incolla”. Se stai citando qualcuno ricordati di virgolettare la citazione, specificando di chi è, altrimenti rielabora il concetto con parole tue.

Un piccolo trucco? Non dilungarti troppo sugli argomenti, ma permetti a chi legge di fare mentalmente dei collegamenti che lascino “prevedere” le domande che ti faranno all’esame (e ovviamente preparati le possibili risposte!).

 

4) RIFINISCI LA STRUTTURA

Una volta sviluppati tutti gli argomenti è il momento di completare la tua tesina. L’ultimo passo è quello di ridefinirne la struttura, aggiungendo un’introduzione, in cui viene presentato l’argomento trattato, e una conclusione, in cui viene espressa la propria opinione personale in merito. Non dimenticarti poi l’indice e la bibliografia/sitografia finale.

 

5) CURA LA PRESENTAZIONE E…STUDIA!

Una volta completata la stesura è importante prestare attenzione all’aspetto estetico: allinea i margini, utilizza un font chiaro e pulito, inserisci immagini e/o grafici, aggiungi una bella copertina. Se poi vuoi, crea una presentazionemultimediale per guidarti nell’esposizione.

Ricordati che la prima impressione è fondamentale e tra le decine di tesine che i professori guardano ogni anno, quelle particolarmente curate spiccano sempre!

 

Ora che tua tesina è pronta, è il momento di studiarla!

Ricordati di simularne l’esposizione con l’aiuto di un amico o del registratore del tuo smartphone. In questo modo ti allenerai a presentarla in maniera esaustiva mantenendo un giusto ritmo (ricordati di non superare i 10/12 minuti).

In bocca al lupo maturandi!

E nel caso tu fossi preoccupato per la seconda prova ricorda che puoi sempre prepararti su Redooc

PREPARATI PER LA SECONDA PROVA

Saldi con Carta del docente e 18App
Saldi con Carta del docente e 18App