Tesina di maturità alle porte. Niente panico!

8 May 2015

tesina alle porte

La tesina di maturità alle porte, da dove cominciare?

Sei ormai alla fine di quello che dovrebbe essere il periodo di gestazione di questa tesina di maturità 2015. Probabilmente alcuni avranno già preparato ogni cosa appena messo piede al liceo, mentre altri avranno calcolato in modo adeguato i tempi, ma ci sono anche studenti che non hanno ancora idea di come affrontare quest’ultima prova e di cosa aspettarsi.
A prescindere dalla categoria di cui tu faccia parte, quando si deve stendere un primo progetto per scrivere una tesina le problematiche principali sono due:

Prime difficoltà della tesina

  • Scegliere un argomento ben preciso senza rischiare di divagare
  • Non avere idea di come effettuare i collegamenti

La cosa più importante, infatti, con un lavoro di questo genere è che l’argomento centrale sia ben messo in luce, attorno al quale i collegamenti ruotano secondo una precisa sequenza scorrevole, evitando eventuali forzature nei passaggi.

Come si sceglie l’argomento?

Durante l’esposizione, l’argomento è ovviamente ciò che più determina l’attenzione dell’ascoltatore, di conseguenza una tesina originale riscuoterà sicuramente maggiore interesse rispetto al solito lavoro dalle tematiche riciclate.
Ma gli argomenti di studio sono sempre quelli, quindi come faccio ad essere originale?
Il miglior modo per procedere nella scelta originale dell’argomento è basarsi su un piacere o un interesse personale, qualcosa che vi ha sempre affascinato o che avete sempre coltivato che può assumere innumerevoli spunti e sfaccettature.
Di esempi se ne possono fare tanti a partire da un film, un concetto, uno sport, un personaggio, una mostra, insomma qualcosa che vi è particolarmente rimasto impresso e che quindi riesci a trasmette con lo stesso entusiasmo e partecipazione anche durante la prova d’esame, catturando così la commissione che ti sta di fronte, che di tesine ne ha già sentite uguali a centinaia.
Il segreto per ottenere una tesina originale oltre all’argomento, che ovviamente è il punto di partenza, è soprattutto l’ambito di ricerca: ovvero non solo internet e il consulto dell’insegnante, che è vivamente consigliato, ma anche la documentazione presso le biblioteche universitarie e non, che sono ricche di spunti di approfondimento.

Alcuni punti da rispettare

La tesina è bene che soddisfi alcuni requisiti fondamentali quali:

  • Essere multidisciplinare, ovvero coinvolgere nei collegamenti più materie senza esagerare
  • Non superare i 20 minuti di esposizione, per evitare che ti interrompano e che tu non riesca a mettere a frutto il tuo lavoro
  • Le materie coinvolte devono essere inerenti all’ultimo anno scolastico
  • Non superare le 20 pagine scritte per evitare che diventi eccessivamente lunga e che debba essere sottoposta a tagli nell’esposizione

L’utilità dei collegamenti giusti

Infine, l’ ultimo dei problemi rimasti: “come faccio a scrivere e trovare i collegamenti”?
Se ti servono spunti e approfondimenti per la tesina in matematica, sei già nel posto giusto!
Infatti i collegamenti assumono una componente strategica nella stesura della tesina perché sono quelli che permettono allo studente di poter suggerire, un’eventuale domanda del professore. Per questo motivo più materie si coinvolgono più è tecnicamente possibile “programmarsi” l’interrogazione d’esame, magari così evitandosi domande problematiche. Per questo motivo se hai difficoltà con una materia, è consigliabile chiedere aiuto al professore in questione cercando di trovare assieme un eventuale collegamento che potrà possibilmente introdurre un discorso.

Saldi con Carta del docente e 18App
Saldi con Carta del docente e 18App