Nascita della Repubblica italiana

La nascita della Repubblica italiana e l'entrata in vigore della Costituzione sono la risposta al ventennio fascista e l'inizio della stagione delle libertà riconquistate, dei diritti al pluralismo e del riconoscimento dei valori democratici. Nel mezzo, l'Italia è stata insanguinata da due anni di guerra civile, tra l’8 settembre 1943 e l'aprile del 1945, combattuta e vinta dalle bande partigiane contro l’esercito della cosiddetta Repubblica di Salò.

Appunti

Gli anni Quaranta del secolo scorso rappresentano per la storia d’Italia un periodo davvero cruciale, di svolta, che difficilmente può essere sopravvalutato. In poco meno di un lustro, infatti, gli italiani si sbarazzano del fascismo, accelerano la liberazione d’Italia dal nazifascismo attraverso l’intensificazione della guerriglia partigiana a supporto dell’avanzata dell’esercito angloamericano, rinunciano per sempre alla forma monarchica in luogo di quella repubblicana, abbracciano la democrazia e la pace, riconoscono finalmente il voto alle donne e scrivono la Costituzione della Repubblica italiana i cui 12 articoli fondamentali, ancor oggi a più di 70 anni di distanza, mantengono intatta la loro forza fondativa e regolativa.

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Mappa mentale della Nascita della Repubblica italiana

La rinascita italiana attraversa tappe fondamentali che scandiscono la fuoriuscita dal totalitarismo fascista e inaugurano la stagione democratica: ritornano legali i partiti, le associazioni, i giornali, i sindacati e in generale tutte quelle istituzioni e corpi intermedi che il fascismo aveva assorbito, tacitato o messo fuori legge per potersi assicurare il monopolio della narrazione e della gestione della vita politica, sociale ed economica. Ritornano il pluralismo e la dialettica politica; ritorna il diritto in luogo delle violenze e la libertà al posto dei soprusi.

Per riuscire a capire i valori espressi dalla nostra carta costituzionale, non si può prescindere dalla narrazione e dalla comprensione tanto del ventennio fascista, quanto degli anni cruciali che vanno dal cambio di schieramento dell’8 settembre 1943 al 1 gennaio 1948, quando entra in vigore la Costituzione della Repubblica italiana, inaugurando simbolicamente una nuova epoca di pace e prosperità, non soltanto per l’Italia ma anche per l’Europa intera.

Nasce un’Italia nuova che, mezzo secolo dopo, sarà una delle nazioni fondatrici dell’attuale Unione europea.

Per approfondire guarda il video La Costituente, la nascita della Costituzione.

Per stampare la mappa, vai in fondo alla lezione.

 

Bella ciao

Video youtube

Bella ciao è diventata la canzone simbolo della lotta e della resistenza italiana contro il nazifascismo. L'origine però è incerta, forse legata a un canto popolare delle mondine o ispirata a una ballata francese del Cinquecento. La larga diffusione è avvenuta nel dopoguerra quando è diventata un inno alla libertà contro l'invasore.

Viene spesso intonata il 25 aprile, giorno in cui Milano fu liberata dai nazifascisti scelto come data simbolo per festeggiare l'Anniversario della Liberazione d'Italia.

Questa canzone è conosciuta in tutto il mondo e, recentemente, è persino stata citata all’interno de La casa di carta, una serie tv spagnola di grande successo, dove viene esplicitamente fatto riferimento alla resistenza partigiana italiana.

Articolo 3 della Costituzione

“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

Il presente articolo rappresenta al tempo stesso sia i valori dell’antifascismo, tipici della resistenza partigiana, sia quelli più squisitamente democratici, idealmente mutuati tanto dagli ideali della Dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti d’America, quanto da quelli della Rivoluzione francese.

Puoi leggere tutti gli articoli della Costituzione sul sito del Governo italiano.

Mappa della nascita della Repubblica italiana da stampare

Mappa della nascita della Repubblica italiana da stampare