Simulazione 29 aprile 2016 - Soluzione quesito 9

Nella seconda prova di matematica alla maturità, devi svolgere cinque quesiti (esercizi brevi) su dieci. Qui trovi la soluzione del quesito 9 della simulazione della seconda prova di maturità del 29 aprile 2016.

2019-03-19 00:33:15

Ecco la soluzione del quesito 9 della simulazione di seconda prova di matematica della maturità del 29 aprile 2016.

Il quesito 9riguarda la geometria analitica nello spazio. Che cosa devi ripassare per rispondere nel modo corretto?

  • Parametri direttori;
  • distanza punto e retta nello spazio;
  • equazione parametrica di una retta nello spazio.

Contenuti di questa lezione su: Simulazione 29 aprile 2016 - Soluzione quesito 9

Quesito 9 - Testo - Simulazione matematica 29 aprile
Quesito 9 - Soluzione - Simulazione maturità 29 aprile

Accedi per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati!

Quesito 9 - Testo - Simulazione matematica 29 aprile

In un riferimento cartesiano nello spazio £$Oxy$£, data la retta £$r$£ di equazioni:

\[\left\{ \begin{array}{l}x = 2t + 1\\y = 1 + t\\z = k{\kern 1pt} t\end{array} \right.\]

e il piano £$P$£ di equazione:

\[x + 2y - z + 2 = 0\, ,\]

determinare per quale valore di £$k$£ la retta £$r$£ e il piano £$P$£ sono paralleli, e la distanza tra di essi.

Quesito 9 - Soluzione - Simulazione maturità 29 aprile

Siamo in £$3$£ dimensioni. Nello spazio, una retta £$r$£ è parallela a un piano £$P$£ se e solo se un vettore direzione di £$r$£ è ortogonale a un vettore perpendicolare a £$P$£. Possiamo, coi dati del testo del quesito, calcolare questi vettori, a meno di un fattore scalare (di un numero).

La retta £$r$£ è infatti rappresentata in forma parametrica: le componenti di un vettore £$\textbf v$£ con la direzione di £$r$£ sono i coefficienti del parametro £$t$£ nelle equazioni parametriche, quindi

$$\textbf v=(2,1,k)$$

Le componenti di un vettore £$\textbf w$£ perpendicolare a un piano £$P$£ sono i coefficienti di £$x$£, £$y$£, £$z$£ nell'equazione cartesiana di £$P$£. In questo caso

$$\textbf w=(1,2,-1)\,.$$

Abbiamo ricordato che £$r\parallel P \Leftrightarrow \textbf v \perp \textbf w$£; calcoleremo quindi £$k$£ imponendo £$\left\langle {{\bf{v}},{\bf{w}}} \right\rangle = 0$£, cioè

$$2\cdot1+1\cdot 2+k\cdot (-1)=0\;;\;\;\;4-k=0\;;\;\;\;k=4\,.$$

Le equazioni parametriche della retta £$r$£ diventano

\[\left\{ \begin{array}{l}x = 2t + 1\\y = t + 1\\z = 4t\end{array} \right.\]

La distanza tra il piano £$P$£ e questa retta £$r$£, parallela a £$P$£, è la distanza da £$P$£ di un qualunque punto £$R\in r$£, per esempio il punto £$R\;(1,1,0)$£ che si ottiene dalle equazioni parametriche ponendo £$t=0$£. Adesso non resta che applicare la formula che esprime la distanza di un punto da un piano:

$$\text{dist}(r,P)=\text{dist}(R,P)=\frac{|1+2+2|}{\sqrt{1^2+2^2+(-1)^2}}=\frac{5}{\sqrt{6}}$$

Saldi con Carta del docente e 18App
Saldi con Carta del docente e 18App